Header Top
Logo
Martedì 25 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Agenzia Entrate: Forum a Mosca, si rafforza lotta a evasione (1 Upd)

colonna Sinistra
Venerdì 17 maggio 2013 - 15:37

Agenzia Entrate: Forum a Mosca, si rafforza lotta a evasione (1 Upd)

(ASCA) – Roma, 17 mag – Rafforzare in modo deciso lacooperazione tra Amministrazioni finanziarie per contrastarel’evasione, la frode e la pianificazione fiscale aggressiva;adottare regimi di ”cooperative compliance” fraamministrazioni e grandi contribuenti; migliorare i serviziai cittadini dal punto di vista dell’efficienza,dell’efficacia e della tempestivita’, anche con riferimentoai rimborsi fiscali. Sono alcuni dei temi al centrodell’ottavo incontro del Forum delle AmministrazioniFinanziarie (Fta) svoltosi a Mosca, dal 15 al 17 maggio, conla partecipazione dei vertici delle Agenzie fiscali di 45Paesi. Alla fine dei lavori si e’ registrato un ampioconsenso su cinque temi fondamentali, rispetto ai qualil’Agenzia delle Entrate italiana ha fornito un fattivocontributo, e sono stati approvati diversi rapporti conindicazioni operative e raccomandazioni.

Dal summit russo arriva l’impegno a rafforzare in modo decisola cooperazione tra amministrazioni finanziarie per ilcontrasto all’evasione. Un obiettivo da realizzare ancheattraverso lo sviluppo di strumenti piu’ efficaci per loscambio di informazioni su operazioni finanziarietransnazionali, per la decodifica di operazioni bancarie eper l’individuazione dei beneficiari effettivi di strutturecomplesse. In questo ambito e’ stato inoltre lanciato unpreciso invito a incrementare la collaborazione tra i diversiattori sul fronte dell’evasione ed elusione doganale.

Consenso unanime tra le amministrazioni anche in merito allanecessita’ di incrementare la trasparenza e lo scambio diinformazioni. In questo senso e’ stato visto con favore ilrecente invito del G20 a qualificare lo scambio automatico diinformazioni come il nuovo standard internazionale.

Dall’Fta giunge anche l’ok all’iniziativa dell’Ocse cheriguarda il contrasto dei fenomeni di erosione di basiimponibili e di spostamento degli utili in altregiurisdizioni. In questo ambito assumera’ un ruolo centraleil lavoro portato avanti in seno all’Ocse nel campo dellapianificazione fiscale aggressiva.

Approfondito dibattito anche sul tema della mutua fiducia eaffidamento tra le Amministrazioni finanziarie nell’ambitodella tassazione delle imprese. Per raggiungere questoobiettivo e’ stata infatti formulata una raccomandazione atutti gli Stati ad adottare i cosiddetti regimi diadempimento collaborativo (ovvero ”cooperative complianceprogrammes”). Regimi finalizzati a costruire con i grandicontribuenti un rapporto di lungo termine basato sutrasparenza, fiducia e rispetto reciproci. Particolareinteresse ha riscosso l’analisi delle modalita’ con cui ilmodello potrebbe essere adattato anche al comparto dellepiccole e medie imprese. Sono state inoltre formulateraccomandazioni specifiche per assicurare un efficacefunzionamento dei meccanismi di risoluzione dellecontroversie internazionali volti a eliminare la doppiaimposizione.

Da Mosca arriva infine la raccomandazione di migliorarel’efficienza, l’efficacia e la tempestivita’ nell’erogazionedei servizi ai contribuenti, con grande attenzione alsupporto all’adempimento spontaneo, in termini di sostegno,di assistenza, di qualita’ del servizio, nonche’ allagestione dei rimborsi fiscali.

com-ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su