Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ferriera Servola: Zanonato con Serracchiani, soluzione modello Piombino

colonna Sinistra
Venerdì 10 maggio 2013 - 19:21

Ferriera Servola: Zanonato con Serracchiani, soluzione modello Piombino

(ASCA) – Trieste, 10 mag – Per l’impianto siderurgico dellaFerriera di Servola il Governo studiera’ un provvedimento checonsenta l’inserimento del sito tra quelli di ”crisiindustriale complessa”, al pari di quanto e’ stato definitonello scorso mese di aprile con un apposito decreto perl’area di Piombino, cosi’ come espressamente richiesto dallaRegione Friuli Venezia Giulia. E’ questo l’impegno delministro per lo Sviluppo economico, Flavio Zanonato,nell’incontro oggi con la presidente della Regione, DeboraSerracchiani, cui hanno partecipato assessori regionali,parlamentari, il commissario di Governo Maria AdelaideGarufi, i sindaci di Trieste e Muggia, Roberto Cosolini eNerio Nesladek, la presidente della Provincia di Trieste,Maria Teresa Bassa Poropat, il commissario straordinariodella Lucchini spa Piero Nardi.

Due le ipotesi esaminate. Quella di un emendamento aldecreto Piombino (che sta per andare all’esame delle dueCamere per la conversione in legge), includendo Trieste -seppur in modo distinto ed articolato – nel provvedimento cheriguarda l’impianto siderurgico toscano. Oppure, ma soloqualora non sia possibile, un decreto ”ad hoc” per laFerriera.

L’inserimento del sito triestino nelle cosiddette crisiindustriali complesse consentirebbe, attraverso proceduresemplificate e con finanziamenti statali, la bonifica e lariqualificazione del sito, assieme al rilancio economico eoccupazionale. In proposito la presidente Serracchiani haanche reso noto di aver inviato una lettera al vicepresidentedella Commissione Europea, Antonio Tajani, affinche’ la Uepossa considerare il sito di Trieste tra quelli italiani cheriguarderanno il Piano della siderurgia europea, e comunqueper avviare un dialogo per poter usufruire dei finanziamentieuropei sulle riconversioni industriali.

Per il ministro Zanonato la situazione che staattraversando la Ferriera di Servola e’ emblematica di quellache sta interessando l’intera siderurgia europea,condizionata dall’affacciarsi sul mercato di produttori diacciaio e ghisa che operano in aree dove i costi sono piu’bassi.

Per Trieste, dunque, vi e’ la precisa ”volonta’ di procederenel modo piu’ rapido possibile”, partendo dai contenuti delPiano industriale sul futuro della Lucchini, che ilcommissario Nardi presentera’ a giugno tenendo comunque contoche la chiusura dello stabilimento, prevista a fine 2015,sara’ anticipata; e facendo riferimento alla bozza di accordodi programma per la riconversione dell’area di Servola,predisposta dalle istituzioni locali e dalle rappresentanzesindacali.

L’incontro con il ministro Zanonato e’ stato anchel’occasione per fare il punto sulle tante altre crisiaziendali in Friuli Venezia Giulia, che secondo la presidenteSerracchiani sono tutte molto complesse e comportano lanecessita’ di tutelare lavoratori, famiglie, territori. Daqui la richiesta di mantenere uno stretto contatto con ilministero.

fdm/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su