Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Svimez, in 4 anni persi 301.270 posti di lavoro al Sud

colonna Sinistra
Giovedì 9 maggio 2013 - 12:43

Crisi: Svimez, in 4 anni persi 301.270 posti di lavoro al Sud

(ASCA) – Roma, 9 mag – Dal 2008 al 2012 al Sud sono andati infumo 301.270 posti di lavoro, il 59,5% delle perditeoccupazionali totali nel Paese, in un’area che concentra il27% degli occupati nazionali. E’ quanto emerge dalleelaborazioni dello Svimez sulla base dei dati Istatillustrate a Napoli dal presidente Adriano Giannola nel corsodel convegno ”Il rilancio dell’economia meridionale”.

La meta’ circa dei posti e’ andata persa nell’industria:dal 2007 al 2012 il Sud ha perso oltre 141mila occupatiindustriali, passando dai 951mila occupati del 2007 a 809miladel 2012, con una riduzione del 15%. Il doppio delCentro-Nord, che in valori assoluti ha perso 315mila occupatiindustriali, -7,7% in cinque anni. A farne le spesesoprattutto giovani e donne.

L’anno scorso, infatti, solo poco piu’ di un giovane su treunder 34 ha lavorato al Sud (37,9%), e poco piu’ di unagiovane donna su cinque (23,6%).

Secondo elaborazioni Svimez su dati Eurostat, poi, lavariazione cumulata del reddito pro capite in sette anni, dal2000 al 2007, nel Sud e’ del 17,6%, a fronte del 15% delCentro- Nord, ma circa la meta’ della dinamica della Ue a 27(31,6%). Il deterioramento della posizione italiana non risparmiaquasi nessuna regione: nella classifica delle regioni NUTS2dei 27 paesi europei la Lombardia scivola dal 17* posto del2000 al 29* del 2007, l’Emilia Romagna dal 19* al 38*, perdiventare 44* nel 2010, il Veneto dal 28* del 2000 al 46* del2007, che diventa 55* tre anni dopo; il Piemonte sprofondadal 40* al 62* e arriva nel 2010 all’84*. In discesa anche le regioni meridionali. L’Abruzzo passadal 127* posto del 2000 al 167* sette anni dopo, per poirisalire, si fa per dire, nel 2010 a 164*; il Molise passa indieci anni dal 157* al 185*, la Basilicata dal 183* al 201*,la Puglia dal 188* al 214*, la Sicilia dal 196* al 217*, laSardegna dal 174* al 189*, la Calabria dal 201* al 222*. Incoda la Campania, dal 200* al 224*.

fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su