Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche: Commissione Ue propone nuove regole sui conti correnti

colonna Sinistra
Mercoledì 8 maggio 2013 - 12:31

Banche: Commissione Ue propone nuove regole sui conti correnti

(ASCA) – Bruxelles, 8 mag – Conti bancari accessibili atutti, con informazioni chiare e trasparenti che rendanopossibile il confronto tra servizi offerti e loro costi, econsentano di scegliere come e dove depositare i proprisoldi. Questo l’obiettivo della proposta di direttiva sullatrasparenza e il paragone dei conti bancari, presentata oggidalla Commissione europea.

Il testo si basa su due principi fondamentali: ognicittadino dell’Unione europea deve poter aprire un contobancario in qualunque paese dell’Ue, e in tutta sicurezza. Ilsecondo principio alla base della proposta della direttiva e’infatti la non responsabilita’ del consumatore per gli erroricommessi dall’istituto di credito nella chiusura di un contobancario e l’apertura di un nuovo altrove. Sono cioe’ lebanche a farsi carico dell’onere di un eventuale disguido. Intema di cambio di conto bancario si fissano termini precisiper l’operazione: massimo 15 giorni per passaggio da unabanca all’altra a livello nazionale, massimo 30 giorni perconti bancari tra stati diversi. Il servizio, in ogni caso,”deve essere fornito senza costi”.

Quattro i principi cardine della proposta di direttiva: laredazione di un documento con terminologie standard ugualeper tutti, informazioni per il consumatore prima e dopol’apertura del conto, sito internet per un raffronto diservizi e tariffe offerti a livello nazionale dai varifornitori di servizi bancari. Le banche dovranno quindistilare una lista dei venti servizi di pagamento che copronoalmeno l’80% dell’attivita’, con gli Stati membri che avrannosei mesi di tempo per presentarle alla Commissione europea.

La terminologia standard permettera’ di avere stessemodalita’ di accesso in tutta l’Ue. ”Oggi solo il 3% deicittadini europei ha aperto un conto bancario all’estero”,rileva il commissario europeo per il Mercato interno, MichelBarnier. ”Dobbiamo rendere possibile l’apertura di questiconti per tutti”. Non solo. Si deve rendere possibile lascelta. ”Molte persone vogliono cambiare conto, quindichiarezza e trasparenza sono importanti per aiutare ilconsumatore a cambiare”. La proposta di direttiva si rivolgepoi ai piu’ giovani, in particolare gli studenti Erasmus che”possono avere bisogno di conti bancari temporaneiall’estero”, ricorda Barnier.

Ecco allora l’importanza delle informazioni ‘ex-ante’ ed’ex-post’, quelle fornite al momento dell’apertura del contoe quelle fornite dopo l’apertura. Tutte le informazionidevono essere fornite tempestivamente e in modo chiaro,attraverso la terminologia standard prescritta dalla stessadirettiva. E ”su richiesta” puo’ essere dato al cliente unglossario che spiega voce per voce, parola per parola, ilfunzionamento del conto. In ambito informativo la proposta didirettiva prevede che tutte le informazioni sui costi delconto e dei servizi offerti vengano fornite al titolare”anche piu’ di una volta all’anno”. Infine si prevede chein ogni Stato membro ci sia ”almeno un sito internetindipendente di confronto” tra servizi e tariffe delle variebanche presenti sul territorio.

bne/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su