Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Abi, ripresa economica e occupazione sono le priorita’

colonna Sinistra
Martedì 7 maggio 2013 - 12:45

Crisi: Abi, ripresa economica e occupazione sono le priorita’

(ASCA) – Roma, 7 mag – ”Ripresa economica e occupazione sonole priorita’ verso cui concentrare tutti gli sforzi deisettori economici e finanziari”. Lo auspica l’Abi inoccasione dell’ottavo convegno annuale sulle risorse umane inbanca.

Per l’associazione bancaria ”e’ indispensabile unarinnovata sinergia tra tutte le strutture del Paese perrestituire centralita’ e innovazione al mercato del lavoronelle prospettive produttive e competitive di cui ha bisognola nostra economia. In questo quadro resta aperto il capitolodell’occupazione in banca anche alla luce della riforma dellepensioni. Le banche italiane stanno affrontando la recessioneattrezzandosi da tempo con cambiamenti profondi nelle aree dibusiness e nelle caratteristiche delle risorse umane. Tuttoquesto di fronte al permanere della crisi, al peggioramentodella qualita’ del credito, alla compressione del margine diinteresse e alle politiche di rafforzamento patrimoniale coni loro effetti sui bilanci aziendali”. In un quadro macroeconomico estremamente complesso einedito, le banche italiane – spiega l’Abi – ”agiscono perrafforzare il loro ruolo immaginando una piu’ moderna culturadel lavoro, che apra a nuove opportunita’ professionaliattraverso un utilizzo piu’ intenso delle struttureproduttive e un impiego piu’ efficiente delle risorse gia’occupate. Innovare la gestione delle risorse umane diventa,cosi’, una sfida determinante per definire la capacita’ dellebanche di crescere e riposizionarsi sul mercato”. In questo senso – prosegue l’associazione -, gia’ con ilcontratto nazionale di carattere straordinario del 2012 si e’dato spazio a punti qualificanti quali: una politicasalariale compatibile con lo sforzo di ripresa del settore,il sostegno all’occupazione e la valorizzazione dellasolidarieta’ generazionale, l’adozione di misure per lacrescita della produttivita’ e competitivita’. Va ricordatala costituzione del Fondo per l’occupazione, un nuovostrumento pensato per favorire la creazione di lavorostabile, garantendo una riduzione dei costi per le impreseche procedono ad assunzioni a tempo indeterminato. Infine, ilrecente Accordo in tema di conciliazione dei tempi di vita elavoro, pari opportunita’ e responsabilita’ sociale qualileve per favorire la crescita delle imprese e la culturasociale del lavoro”.

Per tutto questo l’Abi guarda con favore alle misurepresentate nel programma di Governo ed e’ pronta a fare lasua parte, in piena sintonia con imprese ed Istituzioni, sututte le soluzioni a favore del rilancio dell’economia e,quindi, dell’occupazione. Fondamentali pertanto sono gliobiettivi di: riduzione delle tasse sul lavoro,semplificazione e rafforzamento dell’apprendistato, modificadella legge Fornero per cio’ che riguarda i contratti atermine, aiuti alle imprese che assumono a tempoindeterminato, rifinanziamento della Cig in deroga. red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su