Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Cipro: Dijsselbloem, soluzione crisi non poteva spettare a governo(1Upd)

colonna Sinistra
Martedì 7 maggio 2013 - 15:15

Cipro: Dijsselbloem, soluzione crisi non poteva spettare a governo(1Upd)

(ASCA) – Bruxelles, 7 mag – La soluzione alla crisi bancariacipriota non poteva che passare per i conti correnti deirisparmiatori. Lo afferma il presidente dell’Eurogruppo,Jeroen Dijsselbloem, nel corso dell’audizione in commissioneProblemi economici del Parlamento europeo. Come spiega, ”Nonpotevamo far ricadere l’onere sul governo cipriota perche’sarebbe stato insostenibile, ne’ potevamo farlo ricaderesull’Esm perche’ avremmo finito per farlo ricadere sulgoverno” di Nicosia. Nel mettere a punto gli interventi,”si e’ pensato di far ricadere l’onore della soluzione dellacrisi sui risparmiatori, e alla fine si deciso di farricadere questo onere sui possessori di conti nelle duebanche piu’ in difficolta’ e piu’ esposte”. Rispondendo achi chiede se questa non sia stata una politica fallimetaredell’Eurogruppo, Dijsselbloem dice di no. ”Questo modo diintervenire e’ equo? Secondo me si’, e difendo questometodo”.

Come spiega, ”data la situazione del sistema bancario, chetutti noi abbiamo lasciato crescere per arrivare a questasituazione, date le possibilita’ limitate del governocipriota di intervenire, e data l’iniquita’ che avrebbe avutofar ricadere tutto solo sul contribuente cipriota, alla finetutti abbiamo convenuto di agire come sapete”. Dijsselbloemribadisce quindi che i depositi bancari sotto i 100mila euro”non saranno toccati”, ma ”tutti i grandi correntisti e ipossessori di titoli dovranno contribuire” alla risoluzionedella crisi delle settore bancario di Cipro.

bne/mau/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su