Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banca Generali: Utile 1* trim. -9% a 35,5 mln. Raccolta netta +26%

colonna Sinistra
Martedì 7 maggio 2013 - 12:48

Banca Generali: Utile 1* trim. -9% a 35,5 mln. Raccolta netta +26%

(ASCA) – Roma, 7 mar – Banca Generali ha chiuso il primotrimestre con un utile netto di 35,5 milioni di euro (-9%rispetto al risultato dello stesso periodo del 2012). Ilmargine d’intermediazione si e’ attestato a 97,3 milioni,pressoche’ in linea rispetto ai 101,2 milioni dello scorsoesercizio.

Il margine d’interesse e’ cresciuto del 45% a 33,5milioni. Le commissioni lorde si sono mantenute stabili a108,5 milioni con le commissioni di gestione cresciute del12,3% a 76,5 milioni.

I costi operativi sono saliti meno dell’inflazione con un+1,3% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedentea 39,2 milioni Il totale dell’attivo del gruppo BancaGenerali al 31 marzo 2013 e’ pari a 6.747,5 milioni (-7,8%).

Il patrimonio netto consolidato e’ pari a 437,7 milioni(+10,8% rispetto a fine 2012). il Tier 1 Capital ratio e’salito al 12,6% (dall’11,8% di fine 2012) e il Total Capitalratio al 13,8% (dal 13,0% di fine 2012). Nei primi quattro mesi del 2013, Banca Generali haraccolto 861 milioni (+26%), che rappresenta il miglior datodegli ultimi cinque anni. A fine marzo 2013 le masse gestitee amministrate sono cresciute a 27,0 miliardi (+10%).

L’Amministratore Delegato di Banca Generali, PiermarioMotta, ha commentato: ”Una partenza d’anno di grandesoddisfazione per redditivita’ e raccolta, ma soprattutto perl’incisivita’ e l’efficacia che mostrano le fondamenta delnostro modello di business: i ricavi ricorrenti. La crescitadi quasi un terzo in piu’ rispetto allo scorso anno di questevoci rispecchia sia il valore dei nostri consulenti che hannosaputo accompagnare con grande professionalita’ i clientiattraverso le complessita’ dei mercati, sia la competitivita’e la qualita’ della gamma di offerta. Le competenzedimostrate nella cura dei portafogli nei momenti piu’difficili della crisi non sono passate inosservate agli occhiattenti dei risparmiatori che ci riconoscono sempre di piu’quel connubio tra garanzia e preminenza che ci rendefiduciosi per il futuro della nostra realta”’.

com-fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su