Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Vegas (Consob), nemico non e’ spread ma disoccupazione

colonna Sinistra
Lunedì 6 maggio 2013 - 11:07

Crisi: Vegas (Consob), nemico non e’ spread ma disoccupazione

(ASCA) – Milano, 6 mag – L’effetto contagio sullo spread e’finito e gli attuali livelli del differenziale tra titoli diStato italiani e Bund tedeschi rispecchiano l’andamentodell’economia reale italiana. E’ stato questo uno dei tastipiu’ battuti dal presidente della Consob, Giuseppe Vegas, nelcorso del suo intervento ai mercati finanziari. SecondoVegas, in sintesi, l’attuale situazione di crisi non e’ piu’dovuta all’effetto contagio dello spread, ma alle criticita’dell’economia reale. Lo scenario e’ dunque mutato rispetto a quello delloscorso anno che aveva spinto lo stesso presidente dellaConsob a parlare di ‘dittatura dello spread’. Nel 2012 questoera ”un risentimento comprensibile”, ma ora sono trascorsi12 mesi ed e’ stato ”superato quel momento”. Il chesignifica che l’attuale livello dello spread, intorno ai260-270 punti base, ”e’ imputabile solo a noi stessi”. Eproprio per questo, ha evidenziato Vegas, ”il nostro nemiconon e’ piu’ fuori di noi e dentro gli inafferrabili mercati,ma nelle imprese che chiudono e nel lavoro che manca”. Inpoche parole ”paghiamo gli errori del passato”.

L’invito di Vegas e’ concentrarsi sull’economia reale emetterla ”in grado di ripartire”. Soltanto ”allora – hasottolineato il presidente della Consob – la finanza potra’tornare a essere un positivo motore di sviluppo”. Da Vegasanche un messaggio di ottimismo: ”Il Paese ha tutte irequisiti per poter partecipare da protagonista alla crescitadell’Europa.

Disponiamo di solide tradizione manufatturiere, e molteimprese sono esempi di successo soporattutto nei mercatiesteri.

L’economia reale possiede ancora caratteristiche dieccellenze”.

fcz/cam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su