Header Top
Logo
Martedì 23 Maggio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Imu: Lamura (Iacp Napoli),esonerare istituti per costruire nuovi alloggi

colonna Sinistra
Sabato 4 maggio 2013 - 16:56

Imu: Lamura (Iacp Napoli),esonerare istituti per costruire nuovi alloggi

(ASCA) – Napoli, 4 mag – ”Il nuovo governo esoneri gliIstituti Autonomi di Case popolari dall’Imu per consentirecospicui investimenti nella costruzione di nuovi alloggipopolari”. Questa la proposta del Commissario dell’Iacpdella Provincia di Napoli, e componente dell’Esecutivonazionale di Federcasa, Carlo Lamura, in vista di un riordinocomplessivo dell’imposta sugli immobili di proprieta’annunciato dal premier Enrico Letta. La riflessione di Lamura e’ la seguente: ”Tutti glieconomisti concordano che in questa fase della crisi bisognapuntare sugli investimenti per rilanciare lo sviluppo ecreare nuove occasioni di lavoro. Obiettivi che si possonoperseguire coniugandoli con il crescente fabbisogno dialloggi popolari per fasce sempre piu’ ampie di famigliedisagiate, di giovani coppie, di immigrati”. Per ilCommissario dell’Iacp di Napoli inoltre, un esonero dall’Imuconsentirebbe un ulteriore beneficio: ”diversamente daquanto accade per i Comuni, con questa tipologia di spesa inostri Istituti non sono soggetti al patto di stabilita’. Difatto, l’esonero dell’Imu per gli Iacp consentirebbe alleAmministrazioni di disporre di nuovi investimenti senzaincorrere in alcuna limitazione di spesa”. ”Le nostre ultime stime – spiega – hanno quantificato in15 milioni di euro il gettito di Imu da pagare nell’anno incorso sulla base delle aliquote 2012, a fronte di unpatrimonio immobiliare di circa 75mila alloggi (74.997)dell’Istituto. Del gettito complessivo di 15 milioni,8.739.000,00 devono essere versati al solo Comune di Napoli ei restanti 6.261.000,00 agli altri Comuni della provincia.

Calcolando che in media un alloggio costa al nostro istitutocirca 110.000,00 euro, nell’intera provincia partenopea se nepotrebbero costruire almeno 100 con un investimentocomplessivo di 11 milioni di euro. E i rimanenti 4 milionisarebbero ulteriormente impiegati in necessari interventi diristrutturazione e riqualificazione del patrimonio”. Guardando piu’ ampiamente all’intero territorio nazionale,Lamura fa due calcoli. ”Investimenti per 15 milioni di eurosolo nella nostra provincia rilancerebbero uno dei compartipiu’ colpiti dalla crisi, l’edilizia, e creerebbero occasionidi lavoro per centinaia di addetti. Se poi si moltiplicassela portata degli investimenti per tutti gli Iacp dellaCampania e, ancora, per tutti gli Istituti di Case Popolarid’Italia (694.545 alloggi gestiti – totale Imu da versare nel2013 pari a 324.543.852 milioni di euro), si darebbe unsegnale senza precedenti per il rilancio del settore. Siimprimerebbe di fatto – conclude il Commissario dell’Iacpdella Provincia di Napoli – un effettivo rilanciodell’economia e dell’occupazione cominciando, nel contempo, adare risposte concrete alle sempre piu’ pressanti esigenzedelle grandi aree urbane del Paese, li’ dove piu’ pressantel’emergenza abitativa per molte famiglie italiane e non”.

com-bor/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su