Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ue: Cisl, aprire subito confronto per creare nuovi posti lavoro

colonna Sinistra
Venerdì 3 maggio 2013 - 16:09

Ue: Cisl, aprire subito confronto per creare nuovi posti lavoro

(ASCA) – Roma, 3 mag – ”Occorre subito aprire un confrontocon il governo sugli strumenti per favorire la creazione dinuovi posti di lavoro”. Lo dichiara in una nota ilSegretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra, commentandoi tassi di disoccupazione previsti dalla Commissione Ue .

”Purtroppo – continua Sbarra – le nuove previsionidell’UE sono ancora negative per l’Italia, non registrandosiavvisaglie di ripresa nel breve termine, anche se a partiredalla seconda meta’ di quest’anno dovrebbero evidenziarsiprimi segnali di moderata crescita economica. Di conseguenzacontinuera’ la contrazione occupazionale, con un tasso didisoccupazione previsto per il 2013 pari all’11,8%, e per il2014 al 12,2%, nonostante il rallentamento del costo dellavoro previsto dalla stessa UE per il biennio 2013-2014,dovuto al lungo congelamento dei salari pubblici eall’aumento contenuto dei salari del settore privato”. Per la Cisl pero’ – aggiunge il sindacalista – ”sonoproprio le basse retribuzioni a contribuire al consolidamentodella recessione, attraverso l’indebolimento dei consumi. Vainvece messo in moto un meccanismo che innalzi leretribuzioni attraverso un alleggerimento del prelievofiscale su famiglie e imprese, accompagnato da misure cheriducano il cuneo fiscale per evitare la crescita del costodel lavoro. Le previsioni del rapporto UE dicono anche conchiarezza che non e’ sufficiente sperare nei deboli segnalidi ripresa attesi per favorire una crescitadell’occupazione”. ”L’economia va dunque aiutata – conclude Sbarra – anchecon alcuni mirati investimenti in infrastrutture materiali eimmateriali ed il lavoro va incentivato con misure specificheche favoriscano le nuove assunzioni, a partire da unulteriore potenziamento dell’apprendistato e dalla c.d.

staffetta intergenerazionale”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su