Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ocse: Cisl, rigore conti senza crescita e’ inutile

colonna Sinistra
Giovedì 2 maggio 2013 - 13:14

Ocse: Cisl, rigore conti senza crescita e’ inutile

(ASCA) – Roma, 2 mag – ”Il necessario rigore dei contipubblici va coniugato con una politica economica e fiscaleorientata alla crescita, senza la quale tutte prospettive dirisanamento e consolidamento della finanza pubblica diventanoimpraticabili”. Lo ha dichiarato il Segretario confederaledella Cisl, Maurizio Petriccioli, in occasione dellapresentazione del rapporto Ocse al Cnel. ”Bisogna spezzare la tendenza negativa dellaproduttivita’ e sostenere la competitivita’ del sistemaPaese. Per farlo e’ necessario – continua Petriccioli – da unlato, ridurre il cuneo fiscale che grava sul lavoro e sulleimprese, dall’altro migliorare la frontiera dispecializzazione produttiva della nostra economia, attraversola valorizzazione del capitale umano, puntando sullaformazione professionale e sullo sviluppo della democraziaeconomica e della partecipazione dei lavoratori. Bisogna,dunque, agire sia sulla domanda, attraverso la riduzione delcarico fiscale sulle famiglie per favorire la ripresa deiconsumi, sia sull’offerta, creando un contesto piu’favorevole e piu’ attrattivo per nuovi investimentiproduttivi, anche attraverso una fiscalita’ maggiormenteselettiva che premi le imprese piu’ responsabili sul pianosociale”. ”Le risorse necessarie possono essere trovate attraversoun impegno straordinario di revisione della spesa pubblica -conclude il sindacalista -, eliminando la componenteimproduttiva e lottando senza quartiere contro le tanteinefficienze generate dalla corruzione, dai costi impropridella politica e dall’illegalita’ diffusa, soprattuttofiscale”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su