Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bankitalia: imprese in crisi liquidita’. Sbloccare subito pagamenti PA

colonna Sinistra
Lunedì 29 aprile 2013 - 15:03

Bankitalia: imprese in crisi liquidita’. Sbloccare subito pagamenti PA

(ASCA) – Roma, 29 apr – ”Le condizioni finanziarie e diliquidita’ delle imprese sono peggiorate” e parallelamente”le difficolta’ di rimborso dei prestiti bancari sonoaumentate” per questo e’ necessario dare ”rapidaattuazione” allo sblocco dei pagamenti della PubblicaAmministrazione e, per il futuro, sara’ ”cruciale”garantire la riduzione dei tempi di pagamento. E’ quantosegnala l’ultima edizione del Rapporto sulla Stabilita’Finanziaria della Banca d’Italia spiegando che nel 2012 hannocessato l’attivita’ circa 53.000 societa’ di capitali, ”unnumero superiore di oltre 4.000 unita’ rispetto a quelloregistrato nel 2011 e ben piu’ elevato rispetto al periodoprecedente la crisi”.

Nell’ultimo trimestre del 2012, si legge nello studio, lapercentuale di societa’ con ritardi nei pagamenti commercialidi oltre due mesi rispetto alle scadenze concordate e’ salitaal 7,1 per cento, dal 6,0 dello stesso periodo dell’annoprecedente con un incremento maggiore nel settore dellecostruzioni e nei comparti manifatturieri collegatiall’attivita’ edilizia. ”Ad acuire le difficolta’ delle imprese – rilevaBankitalia – contribuisce l’ingente volume di pagamentipendenti da parte delle Amministrazioni pubbliche, stimato incirca 90 miliardi alla fine del 2011”. Secondo il Rapporto in prospettiva ”benefici per lasituazione di liquidita’ delle imprese deriveranno dal nuovoplafond di 10 miliardi che la Cassa depositi e prestiti hamesso a disposizione delle banche per il finanziamento dellepiccole e medie imprese e dallo sblocco di una parterilevante dei debiti commerciali contratti dalleAmministrazioni pubbliche con i propri fornitori”.

Per Bankitalia per ridurre i vincoli finanziari delleimprese sara’ essenziale una ”rapida attuazione” del recente provvedimento varato dal Governo che prevedepagamenti per 20 miliardi nell’anno in corso e per ulteriori20 nel 2014 mentre ”in prospettiva sara’ cruciale garantirela riduzione dei tempi di pagamento delle Amministrazionipubbliche nei limiti di 30-60 giorni fissati dalla direttivaeuropea entrata in vigore lo scorso gennaio”.

fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su