Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Unimpresa, da nuovo governo privatizzazioni da 40 mld per ripresa

colonna Sinistra
Sabato 27 aprile 2013 - 16:10

Crisi: Unimpresa, da nuovo governo privatizzazioni da 40 mld per ripresa

(ASCA) – Roma, 27 apr – Un piano di privatizzazioni da 40miliardi di euro per far ripartite la ripresa. Cedere unafetta del patrimonio immobiliare, stimato in 400 miliardi dieuro, in modo da creare risorse in parte per ridurre ildebito dello Stato e in parte per rilanciare gli investimentipubblici, necessari a creare sviluppo. Questa la ricetta diUnimpresa proposta nel giorno in cui nasce il nuovo Governoguidato da Enrico Letta. Unimpresa stima che la valorizzazione del 10% degliimmobili di proprieta’ sia dello Stato sia delleamministrazioni territoriali (regioni, province, comuni)potrebbe consentire all’Esecutivo di avere a disposizionenuovo gettito per rimettere in moto l’economia. L’associazione indica nella riduzione del ”buco” neiconti pubblici, oggi sopra i 2mila miliardi di euro, ladestinazione di una quota dei 40 miliardi che potrebberoarrivare nelle casse statali: in questo modo diminuirebbe lanecessita’ di emissione di titoli da parte del Tesoro con unconsequenziale abbattimento degli interessi da pagare arisparmiatori e investitori. Si avvierebbe cosi’ un circolovirtuoso che in tempi non lunghi potrebbero portare a undrastico taglio del debito pubblico.

Accanto al calo dei costi per il servizio del debito,Unimpresa suggerisce anche di utilizzare una seconda partedel ”gettito da privatizzazioni” per rilanciare gliinvestimenti pubblici. Una politica keynesiana di cui ilPaese ha bisogno per uscire dalla recessione. Si tratterebbedi avviare o terminare alcune grandi opere, per dare al Paeseinfrastrutture adeguate sia alle imprese gia’ operanti dentroi nostri confini sia ai grandi player internazionali chetornerebbero a guardare con interesse all’Italia, iniettandoimportanti risorse finanziarie. Non solo – prosegue l’associazione – gli investimentipubblici si trasformerebbero immediatamente in una immissionedi liquidita’ nel circuito produttivo: dalle grandi industriei benefici arriverebbero a cascata anche alle micro, piccolee medie imprese. ”Auguriamo buon lavoro al presidente del consiglio,Enrico Letta, sicuri che potra’ far bene per il nostroPaese.

Che finalmente ha un Governo sostenuto da una maggioranzaampia composta dalle piu’ importanti forze politiche sedutein Parlamento”, ha dichiarato il presidente PaoloLongobardi.

rba/cam

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su