Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Tpl: Martone, raggiunto accordo. Una tantum di 700 euro a lavoratore

colonna Sinistra
Venerdì 26 aprile 2013 - 19:58

Tpl: Martone, raggiunto accordo. Una tantum di 700 euro a lavoratore

(ASCA) – Roma, 26 apr – Raggiunto l’accordo sul trasportopubblico locale. Al termine di un serrato confronto, che e’durato diversi mesi e che si e’ articolato in una trentina diincontri e ha portato a scongiurare tre scioperi nazionaligia’ convocati, le parti sociali, nel corso della riunioneodierna presieduta dal Vice Ministro al lavoro, MichelMartone a alla presenza del Vice Ministro, Mario Ciaccia,hanno infine convenuto di sottoscrivere un accordosperimentale che recepisce i punti di convergenza fin quiraggiunti nel corso della trattativa in ordine al rinnovo diun CCNL che 116.000 lavoratori attendono ormai da 5 anni.

Nello specifico – si legge in una nota del ministero -, leassociazioni datoriali si sono impegnante ad erogare la sommauna tantum di 700,00 euro per lavoratore in due rate qualeanticipazione del trattamento economico per gli anni 2009 -2011.

L’accordo prevede, inoltre, misure relative ai permessi exL. 104/92, al risarcimento danni, alla copertura assicurativae tutela legale e alla disciplina sperimentale della patentedi guida e CQC. Particolarmente innovativa, la parte relativa al contrastodell’evasione tariffaria, stimata in diverse centinaia dimilioni, che consente ai contratti collettivi aziendali diprevedere una maggiore produttivita’ del lavoro percontrastare tale piaga e cosi’ recuperare risorse daridistribuire ai lavoratori e da utilizzare per rinnovare ilparco auto.

Per il Vice Ministro Martone ”si tratta di un accordoimportante che sblocca una trattativa ormai ferma da 5 anni eche consente di rimettere in moto un settore strategico perl’economia nazionale. Anche in questo settore, grazie alsenso di responsabilita’ dimostrato da tutti gli attoriistituzionali coinvolti, e’ possibile fronteggiare la crisieconomica coniugando rigore, equita’ e crescita”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su