Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Berco: Passera chiede incontro a ThyssenKrupp, no procedure mobilita’

colonna Sinistra
Mercoledì 24 aprile 2013 - 19:39

Berco: Passera chiede incontro a ThyssenKrupp, no procedure mobilita’

(ASCA) – Roma, 24 apr – Il ministro dello Sviluppo economicoCorrado Passera ha inviato oggi una lettera al ceo dellaThyssenKrupp per ottenere, ”in tempi brevissimi”, unincontro nel quale affrontare le intenzioni dellamultinazionale tedesca per quanto riguarda il futuro dellaBerco. Lo comunica il ministero in una nota.

”Il valore strategico della Berco, leader nellaproduzione di cingolati, e il suo rilievo occupazionale per iterritori di insediamento – si legge nella nota -, hannoportato all’attivazione da parte del Governo, in accordo conle istituzioni regionali e locali, di un Tavolo con isindacati e l’azienda dedicato all’esame delle criticita’ incui versa l’azienda e alle possibili soluzioni”. Nella riunione del Tavolo del 10 aprile scorso, prosegueil ministero, ”si e’ riscontrata un’ampia e condivisadisponibilita’ delle istituzioni e delle rappresentanze deilavoratori a discutere, sulla base di un piano industriale,delle esigenze di ristrutturazione e riorganizzazione dellaBerco con l’obiettivo di creare le condizioni per assicurarnela continuita’ produttiva e il rilancio”.

”A fronte di queste disponibilita’ – prosegue il Mise -,l’azienda ha invece annunciato il 19 aprile l’intenzioneunilaterale di avviare la procedura di mobilita’ neiconfronti di 611 lavoratori dei tre impianti italiani (EmiliaRomagna, Piemonte, Veneto). Il Governo e le istituzioni tutte, riunitesi oggi insieme conle rappresentanze sindacali, considerano inaccettabile eassolutamente ingiustificata una simile decisione, alla lucedella gravissima tensione sociale da essa suscitata e degliimpegni sulla qualita’ delle relazioni industriali che lastessa ThyssenKrupp ha codificato in un proprio protocollo dicomportamento”. ”Per questo la richiesta del Governo, condivisaall’unanimita’ dai partecipanti alla riunione – conclude lanota -, e’ quella che ThyssenKrupp intervenga affinche’ laprocedura di mobilita’ venga sospesa in attesa dell’incontrotra le istituzioni e i vertici tedeschi dellamultinazionale”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su