Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Rc Auto: Ivass, aumenti fino al 13,5% per le donne dopo sentenza Ue

colonna Sinistra
Martedì 23 aprile 2013 - 16:03

Rc Auto: Ivass, aumenti fino al 13,5% per le donne dopo sentenza Ue

(ASCA) – Roma, 23 apr – Forti aumenti della Rc Auto per ledonne dopo l’entrata in vigore della sentenza della Corte diGiustizia dell’U.E. del marzo 2011 sulla parita’ ditrattamento tra uomo e donna nell’accesso ai serviziassicurativi. E’ quanto emerge dall’ultima edizionedell’indagine sulle tariffe Rc Auto praticate in Italia dal 1gennaio 2013, pubblicata sul sito internet dell’Istituto perla Vigilanza sulle Assicurazioni.

L’indagine, che ha riguardato tutte le imprese sottopostealla vigilanza dell’authority sul mercato assicurativo, hapreso in esame i prezzi praticati in 21 province per 11tipologie standard di assicurati, sia automobilisti siamotociclisti, dei due sessi.

Dall’analisi risulta che, negli ultimi 12 mesi, tra iprezzi medi ponderati con la quota di mercato di ogniimpresa, l’aumento piu’ elevato, su scala nazionale, e’ statopari al 13,5% per una diciottenne di sesso femminile conautovettura di 1300 cc. alimentata a benzina, in classeBonus-Malus di C.U. 14, massimale minimo di legge. Il premiomedio ponderato per il corrispondente profilo maschile e’invece diminuito del 6,7%.

Sul territorio, spiega l’Ivass, si accresce la gia’ fortedifferenziazione tra regioni settentrionali e regionimeridionali: gli incrementi, nonche’ i prezzi medi di listinoassoluti, risultano piu’ elevati nel blocco delle provincemeridionali, e piu’ contenuti nelle province settentrionali.

Ad esempio, un cinquantacinquenne di sesso maschile allaguida di un’autovettura di piccola cilindrata a Napoli, purse in classe B/M di massimo sconto, paga una tariffa media di1.237Euro, in aumento del 9% rispetto allo scorso anno, afronte di tariffe inferiori ai 400Euro che il medesimoassicurato pagherebbe a Trento, Bolzano o Aosta con aumentiche a malapena hanno raggiunto il 2,5% (quindi inferioriall’inflazione).

Nel settore delle ”due ruote”, per i motocicli concilindrata di 200 cc, i prezzi nazionali medi di listino,hanno subi’to incrementi del 10,2% per gli uomini e dell’8,2%per le donne quarantenni in classe B/M di C.U. 4.

com-fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su