Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Martedì 23 aprile 2013 - 18:18

Avio: nel 2012 in crescita ricavi e margini

(ASCA) – Roma, 23 apr – Crescita a doppia cifra per fatturatoed EBITDA adjusted, aumento degli investimenti, diminuzionedel debito e un portafoglio ordini che ammonta a circa 6,9miliardi di euro: questi i principali risultatidell’esercizio operativo del Gruppo, leader nel settoreaerospaziale. Nel 2012 Avio ha registrato ricavi per circa2,35 miliardi di euro, in crescita del 16% rispetto al 2011.

Il miglioramento si e’ avuto soprattutto nel SettoreAeroEngine, con un incremento dei ricavi del 19%. L’EBITDAadjusted e’ salito oltre i 430 milioni di euro (345 milioninel 2011) con un’incidenza pari al 18% dei ricavi. Il Gruppo ha investito 161 milioni di euro, purcontinuando a ridurre l’indebitamento finanziario netto che,al 31 dicembre 2012, presenta un saldo pari a 1.397 milionidi euro rispetto ai 1.433 milioni di fine 2011. Ilportafoglio ordini ammonta a circa 6,9 miliardi di euro, conun incremento del 10% rispetto al 31 dicembre 2011,raggiungendo un nuovo primato nella storia del Gruppo. ”Dopo un 2011 gia’ in crescita, anche il 2012 si e’chiuso con risultati molto positivi per Avio sia nellagestione operativa e commerciale dei motori gia’ inproduzione, sia per i successi ottenuti in nuovi programmicome il LEAP-X e il Geared Turbofan (motori di nuovagenerazione che permettono di ottenere significativeriduzioni in termini di consumi, emissioni e rumore). Il 2012ha anche visto il successo del primo lancio di Vega che, conuna missione perfettamente riuscita, ha portato l’Italia nelristretto gruppo di Paesi che hanno accesso diretto allospazio” – dice Francesco Caio, Amministratore Delegato delGruppo. ”E’ in questo contesto di crescita e sviluppo – aggiungeCaio – che si inserisce l’accordo siglato alla fine delloscorso anno, con il quale le attivita’ motoristiche, cherappresentano piu’ dell’85% del fatturato di Avio,entreranno, dopo il via libera dell’Antitrust europeo eamericano, a fare parte del gruppo General Electric. Unaccordo che segna l’avvio di una nuova fase di sviluppo doveinvestimenti, innovazione e occupazione, in Italia eall’estero, cresceranno ulteriormente, in una prospettivaindustriale e strategica di lungo periodo”. ”Anche per ladivisione Spazio, il cui azionariato non cambia nel breveperiodo – conclude Caio – si aprira’ un nuovo scenario incui, sotto la guida degli azionisti Cinven e Finmeccanica,verra’ definito un quadro di alleanze industriali in grado digarantire la competitivita’ dell’azienda nel lungo periodo,in linea con gli interessi italiani ed europei in questosettore strategico”. red/did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su