Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Unindustria: nel Lazio forte calo cig in deroga nel 1* trimestre

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 11:49

Unindustria: nel Lazio forte calo cig in deroga nel 1* trimestre

(ASCA) – Roma, 22 apr – Nel primo trimestre dell’anno la cigaumenta del 12% in Italia mentre nel Lazio scende del 18,5% a17 milioni di ore. La contrazione delle ore autorizzatetotali – si legge in un comunicato di Unindustria -sintetizza, da un lato, la forte riduzione subita anche nellaregione dalla cassa in deroga, pari al 59,8% e, dall’altro,gli aumenti delle altre due componenti: la cassastraordinaria (7,3 milioni di ore) cresce del 14,4% el’ordinaria (5,8 milioni di ore) del 23,2%. Da un punto divista territoriale risultano determinanti per la riduzionedella CIG regionale le performance di Roma, Viterbo e Latina,mentre le altre province continuano a registrare aumentidelle ore autorizzate di CIG. A livello settoriale, nel primo trimestre il totale delleore di cassa integrazione nell’Industria e’ pari a 10,4milioni con un calo, sullo stesso periodo dello scorso anno,del 3,8%. Risultano particolarmente consistenti le industriemeccaniche che assorbono il 22,2% delle ore complessivamenteautorizzate (in aumento del 13,6% rispetto a gennaio-marzo2012), segue l’industria chimica che rappresenta l’8,5% sultotale (dove le ore autorizzate si riducono del 4,8%).

Nel dettaglio delle tipologie di intervento, all’internodel comparto industriale, il maggiore ricorso si registra perla cassa straordinaria (5,6 milioni di ore) che aumenta del(+13,6%) rispetto allo stesso periodo 2012. Considerevoleanche il ricorso alla cassa ordinaria (3,8 milioni di ore)nell’Industria che segna un aumento del 35,6% sull’annoprecedente. La componente in deroga (958 mila ore) segna unforte calo pari a -68,5%.

Nel Commercio le ore autorizzate (3,3 milioni) sicontraggono in misura pari al 47,7%. Al suo interno, siriducono quasi tutti i sottosettori. Nel comparto delleAttivita’ varie (Professionisti, artisti, scuole e istitutiprivati di istruzione, istituti di vigilanza, case di curaprivate), quello con la maggiore incidenza (2,2 milioni diore), il calo e’ del 43,6%. Rilevanti le riduzioni anche nelCommercio all’ingrosso (-38,8%, raggiungendo 323 mila ore) equello al dettaglio (-44,2%, 550 mila ore). Infine, i dati relativi all’Edilizia indicano un monte oretotale pari a 2,8 milioni, in calo del 9,3% rispetto allostesso periodo del 2012. did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su