Header Top
Logo
Sabato 25 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Intesa Sanpaolo: Compagnia San Paolo auspica riduzione compensi (1Upd)

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 19:28

Intesa Sanpaolo: Compagnia San Paolo auspica riduzione compensi (1Upd)

(ASCA) – Torino, 22 apr – Compagnia di San Paolo, principaleazionista di Intesa-Sanpaolo auspica che i consiglieri disorveglianza della banca consolidino l’iniziativa diriduzione degli emolumenti decisa nel 2012. E’ quanto hasottolineato il segretario della Fondazione, Piero Gastaldointervenendo oggi nell’assemblea dei soci in corso a Torino.

Gastaldo ha espresso ”vivo apprezzamento” per la riduzionedegli emolumenti da parte dei consiglieri di sorveglianzagia’ decisa e ”ritiene che possa essere riconfermatal’attuale impostazione di remunerazione consolidando tral’altro le riduzioni volontarie effettuate in corso dimandato”.

Compagnia di San Paolo ha poi proposto i nuovi compensiche potranno appunto essere seguite da ulteriori taglivolontari. Per i consiglieri l’emolumento passa da 150mila a100mila euro. Per il presidente si aggiungono 800mila euro(contro 1,2 milioni, ma Bazoli nel 2012 ha percepito pereffetto dell’autoriduzione 933mila euro complessivi), per idue vicepresidenti altri 100mila euro a testa, anziche’ 200mila, mentre nel 2012 per un mandato durato poco piu’ di 7mesi Pietro Garibaldi ha percepito 85mila euro e MarioBertolissi, per l’intero anno, ne ha percepiti 167mila.

Gastaldo ha poi indicato 30mila euro (anziche’ 50mila) per ipresidenti dei comitati e 1800 euro lordi anziche’ 2000 comegettone di presenza per la partecipazione ai consigli digestione.

”Se i presidenti dei comitati decidessero di seguirel’esempio preso da alcuni presidenti nella passata gestioneche hanno rinunciato al compenso non potremmo cheapprezzarlo”, ha commentato Gastaldo uscendo dall’assembleae ricordando l’esempio di Bazoli che presidente anche delcomitato nomine ha rinunciato al compenso. ”Per il consigliodi gestione – ha aggiunto Gastaldo – dato che non e’ compitodell’assemblea pronunciarsi in modo diretto, ho soltantodetto in assemblea che anche in questo caso, essendoci statoil buon esempio di Beltratti, che si e’ ridotto l’emolumentodi un terzo, auspicheremmo che questo esempio potessediventare una base per il ragionamento sui nuovi livelli”.

eg/mau/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su