Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Governo: Uil, evitare ingorghi fiscali e rifinanziare cig in deroga

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 20:07

Governo: Uil, evitare ingorghi fiscali e rifinanziare cig in deroga

(ASCA) – Roma, 22 apr – ”Tra tutte le emergenze che il nuovoGoverno deve affrontare sono due i temi prioritari: evitaregli ingorghi fiscali e rifinanziare la cassa in deroga”. Alanciare l’appello e’ Guglielmo Loy, Segretario Confederaledella UIL.

”Secondo i calcoli della UIL, infatti, all’orizzonte traTARES e IVA, ballano aumenti di imposte – rileva Loy – peroltre 3,8 miliardi di euro: 1,9 miliardi la tranchesemestrale da luglio e dicembre dell’aumento dell’IVA dal 21al 22% e 1,9 miliardi di euro di aumento della TARES. Per lefamiglie significa un esborso di 170 euro medi in piu’rispetto all’anno precedente (80 euro per le TARES e 90 europer l’IVA). Tra Maggio e Luglio, quindi, tra acconti TARES,IMU e aumenti dell’IVA gli italiani saranno chiamati asborsare in valori assoluti oltre 16,5 miliardi di euro: 2,8miliardi per la prima tranche della TARES, 11,8 miliardi dieuro per l’acconto IMU e 1,9 miliardi di euro per l’aumentoIVA”.

”A Dicembre, invece, la batosta del saldo IMU e TAREScostera’ 14,7 miliardi di euro: 11,8 miliardi di saldo IMU e3,9 miliardi di saldo TARES pari a 916 euro medi a famiglia.

Il tutto senza considerare gli aumenti delle AddizionaliIRPEF (ad oggi oltre il 18% dei 450 Comuni che hanno decisol’aliquota hanno aumentato l’IRPEF comunale). In questocontesto, – conclude Loy – occorrono almeno ulteriori 1,5miliardi di euro per il rifinanziamento, per tutto il 2013,della Cassa integrazione in deroga. Infatti, a fronte difinanziamenti per l’anno in corso per circa 990 milioni(sufficienti fino a Maggio), la spesa storica negli ultimidue anni e’ stata di 3,8 miliardi di euro ( 1,4 miliardi nel2011 e 2,4 miliardi di euro nel 2012). In base alle ore dicassa richieste nel primo trimestre 2013 le nostre stimeindicano che circa 1,4 milioni di lavoratori conoscerannol’amara esperienza della cassa integrazione, di cui 462 milain Cassa in Deroga. Strumento, quest’ultimo, che hacertamente salvato almeno 90.000 posti di lavoro”.

red/rf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su