Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fisco: Stop Redditometro da Comm. Tributaria Provincia Reggio Emilia

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 19:18

Fisco: Stop Redditometro da Comm. Tributaria Provincia Reggio Emilia

(ASCA) – Roma, 22 apr – Bocciatura non da poco – la secondain pochi mesi – per il redditometro, lo strumento diaccertamento di spesa (e quindi di reddito) messo in piedidall’Agenzia delle Entrate. A darne conto l’associazioneGloboConsumatori: ”Dopo il Tribunale di Napoli – ricorda -che con un’ordinanza, aveva messo uno stop al Fisco (‘ilnuovo dm indaga anche le spese riservate come quelle medichee destinate a persone diverse dal contribuente’) e laCassazione che si era pronunciata confermando i limiti alsistema usato dal fisco per accertare il reddito delcontribuente stabilendo che il redditometro e’ una’presunzione semplice’, ora anche la Commissione TributariaProvinciale di Reggio Emilia, si pronuncia in tal senso, conSentenza 74.02.13, rincarando la dose: ‘non solo ilRedditometro viola la privacy dei contribuenti, ma e’ anche’al di fuori della legalita’ costituzionale e comunitaria’,scrive, precisando che non servirebbe neppure a reprimerel’evasione. Anzi favorirebbe il ‘contribuente piu’agiato”’.

In sostanza, precisa l’associazione di consumatori, ”igiudici emiliani (Mara Reggioni, Luigi Tosi e MassimoCrotti), hanno disapplicato il provvedimento. Questo perche’i dati statistici di accertamento collocano il contribuente(o meglio il nucleo familiare) in cinque grossolanemacroaree, posizionandolo ‘all’interno di ciascuna delletipologie di contribuenti del tutto differenti tra loro’. Lasentenza fa seguito a un altro pronunciamento sempre del Ctpdi Reggio Emilia (n. 172.01.2012), con cui la medesimasezione aveva gia’ chiarito ‘che il nuovo redditometro puressendo piu’ favorevole al contribuente, trovava applicazioneanche prima del 2009′. Ma c’e’ di piu’. I giudici emilianihanno recepito anche l’ordinanza del Tribunale di Napoli(Sezione civile di Pozzuoli) del 21 febbraio 2013. Ricalcandola sentenza del tribunale napoletano, i giudici di ReggioEmilia ribadiscono che ‘il nuovo redditometro sarebbe statoemanato al di fuori del perimetro fissato dalla normativaprimaria e dei suoi presupposti al di fuori della legalita’costituzionale e comunitaria”. red/mpd/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su