Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Def: Centrella (Ugl), serve solo a giustificare riforme inique

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 16:39

Def: Centrella (Ugl), serve solo a giustificare riforme inique

(ASCA) – Roma, 22 apr – ”Per l’Ugl il Def 2013 appare piu’utile a giustificare cio’ che e’ stato fatto fino ad oggi dalgoverno tecnico, ma che per la nostra Organizzazione e’assolutamente lontano dalla realta’ perche’ non tiene contodi enormi problemi”. Con queste parole il segretariogenerale dell’Ugl, Giovanni Centrella, ha avviato il suointervento nel corso dell’audizione a Camere riunite sulDocumento di Economia e Finanza del 2013. Per il leader dell’Ugl ”il Def non tiene conto che il 9per cento delle famiglie non ha risorse sufficienti persopravvivere sei mesi al livello della linea di poverta’, chele imprese chiudono anche per i ritardi del pagamento deicrediti da parte della P.A., che le banche non fanno piu’ illoro mestiere e cioe’ erogare credito. Non considera lasituazione degli esodati e dei lavoratori cassaintegrati inderoga, la mancata contrattazione per i dipendenti delpubblico impiego, del necessario rilancio del Mezzogiorno,dei pochi servizi mirati all’infanzia e alla nonautosufficienza”. ”Il Def parla molto di risparmi, – prosegue – ma non diceche sono stati possibili grazie al sacrificio degli stessidipendenti pubblici. Esalta le riforme fatte senza tenereconto delle gravi conseguenze prodotte sia da quella dellepensioni e sia da quella del lavoro”.

Per Centrella ”la situazione del Paese e’ grave ed e’tale da richiedere ben altre riforme. Perche’ quello chemanca in maniera molto evidente dal Def – conclude Centrella- e’ cio’ che si sarebbe dovuto fare: una vera riformafiscale che introducesse il quoziente familiare, cheriducesse la tassazione su lavoratori e imprese. Solomettendo piu’ soldi in tasca a lavoratori, pensionati efamiglie si potranno rimette in moto i consumi, quindi leproduzioni e i posti di lavoro”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su