Header Top
Logo
Mercoledì 22 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche: Bazoli, non mi preoccupa presenza straniera

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 15:21

Banche: Bazoli, non mi preoccupa presenza straniera

(ASCA) – Torino, 22 apr – Giovanni Bazoli, presidente delconsiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, non si dicepreoccupato dalla presenza delle banche straniere nel nostropaese, ma se questo interesse dovesse manifestarsi neiconfronti ”di grandi banche del paese il problema deveessere preso in considerazione”, ha precisato in occasionedell’assemblea di bilancio di Intesa Sanpaolo.

Bazoli ha anche auspicato una reciprocita’ nellepartecipazioni, con l’ingresso di banche italiane in istitutistranieri, che oggi non avviene perche’ ”purtroppo siamo inuna situazione di debolezza”, ha constatato. Poi, ilpresidente del consiglio di sorveglianza, ha ricordato comesia stato uno dei fautori dell’ingresso del Credit Agricolein Intesa e che la banca francese pur nel patto di sindacatonon ha poi esercitato il suo diritto di veto nella fusionecon ImiSanpaolo.

Un gesto ”magnanimo” lo ha definito per il quale labanca fu ricompensata con Cariparma e Banca PopolareFriulAdria.

Restando sull’operazione che dette vita all’allora primabanca italiana, Bazoli ha ricordato che Imi e Sanapolorischiavano di finire sotto il controllo delle grandi banchestraniere, la fusione, ha sottolineato, ”e’ stata un’ideafelice, e che dura e che spero si continuera’ a restare conl’ampio consenso dei soci, un’iniziativa senza l’interventopubblico che ha evitato l’impoverimento del sistemaitaliano”.

Bazoli ha sottolineato che grazie al Credit Agricole,Cariparma ha avuto uno sviluppo che altrimenti non avrebbepotuto avere all’interno di Intesa Sanpaolo. ”Sono talmenteconvinto dell’utilita’ della concorrenza che questi rapportili ho favoriti con convinzione”.

eg/mau/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su