Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Energia:Assocarta-Assovetro-Federchimica,da Parlamento Ue no cambio Ets

colonna Sinistra
Lunedì 15 aprile 2013 - 10:54

Energia:Assocarta-Assovetro-Federchimica,da Parlamento Ue no cambio Ets

(ASCA) – Roma, 15 apr – Assovetro, Assocarta e FederazioneCeramica e Laterizi, associazioni che rappresentano una granparte delle aziende manifatturiere in Italia, chiedono conforza al Parlamento europeo di rigettare la proposta dimodifica dell’ETS, cosi’ come e’ stata elaborata dallaCommissione Europea. Domani (16 aprile) – si legge in una nota congiunta -, aseguito della profonda divergenza di vedute tra laCommissioni Industria e Ambiente, il Parlamento Europeo sara’chiamato a votare sulla proposta della Commissione Europea dimodifica della direttiva ETS. ”Modifica – spiegano – chemira a un aumento del prezzo del carbonio, attraverso ilposticipo del calendario per le aste sulle quote diemissione, lasciando, cosi’, un ‘ampia discrezionalita’ allaCommissione stessa. La Commissione Europea ha presentato laproposta di backloading nel mese di luglio 2012, suggerendodi aumentare il prezzo flat del carbonio attraverso il tagliodi 900 milioni di euro di quote derivanti dalle aste, percreare, in questo modo, un’artificiosa contrazionedell’offerta sul mercato. Mercato che invece stacorrettamente funzionando, assicurando che l’obiettivo diriduzione fissato dall’ETS sia raggiunto al minor costo perle industrie interessate”. Per Assovetro, Assocarta e Federazione Ceramica e Laterizi”se approvata, la modifica dell’ETS causera’ sia ulteriorichiusure di aziende nel settore manifatturiero che il carbonleakage, provocando una riallocazione al di fuori dell’Europadegli investimenti nel settore”. red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su