Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Media: acquisti online beni largo consumo, un click e non pensarci piu’

colonna Sinistra
Sabato 13 aprile 2013 - 16:33

Media: acquisti online beni largo consumo, un click e non pensarci piu’

(ASCA) – Roma, 13 apr – Upa e Google hanno commissionato aGfk Eurisko una ricerca sull’e-commerce in Italia con unfocus sul largo consumo. Dall’indagine, presentata a Milanolo scorso 10 aprile, e’ emerso che un quarto dei responsabiliacquisti che utilizzano il web e’ interessato a comprareonline beni di largo consumo. I principali driver di sceltasono il risparmio di tempo, benefit di tipo economico e lavarieta’ di assortimento. Inoltre, si prevede che tra diecianni il 50% dei responsabili acquisti che utilizzano Internetcomprera’ online diverse categorie di prodotti di largoconsumo, il 10% dell’intera spesa. Ne da’ notizia lanewsletter ‘Media Duemila’ in corso di distribuzione.

Come mostrano diversi studi, l’e-commerce di prodotti eservizi mostra trend di crescita molto significativi nelnostro Paese, tanto da riguardare ormai oltre 13 milioni dipersone. I risultati della ricerca UPA-Google rivelanoprospettive di sviluppo altrettanto interessanti anche per ilsettore del largo consumo: se oggi circa 400 mila personesono solite acquistare prodotti di largo consumo online, piu’di un quarto dei responsabili acquisti che utilizzanoInternet e’ interessato a comprare beni di largo consumo sulweb, pari a circa 2,7 milioni di persone.

Un dato inedito emerso dalla ricerca riguarda, inoltre,l”’operatore” preferito per acquistare online prodotti dilargo consumo dove troviamo, pressoche’ in pari quota, sia lacatena di supermercati/negozi (75%), sia la grandeazienda/marca (69%).

Secondo quanto emerge dai risultati dell’indagine, laconoscenza delle piattaforme digitali per l’acquisto di beniproviene nel 60% dei casi dal passaparola di amici, parenti,colleghi; nel 49% dei casi dalla stessa navigazione sul web,infine per il 40% dei casi dai media tradizionali (TV,giornali, riviste, radio). Tutti i responsabili acquisti intervistati riconosconovantaggi di non poco conto nell’acquistare online prodotti dilargo consumo: piu’ del 40% apprezza molto il risparmio ditempo e la facilita’ organizzativa (niente code, o parcheggi,niente pesi da portare, niente vincoli di orario); uno su trericonosce la possibilita’ di risparmiare e di accedere apromozioni vantaggiose (37%); e una quota considerevoleapprezza anche la possibilita’ di accedere ad assortimentipiu’ ampi online (32%).

Ma c’e’ di piu’, il 60% dei responsabili acquisti cheutilizzano Internet si attende un rilevante ampliamento deiprocessi di acquisto online nel largo consumo nei prossimidieci anni: il 50% del campione crede che si acquisterannosul web diverse categorie di prodotto mentre il 10% e’convinto che si arrivera’ a fare tutta la spesa online.

”L’e-commerce e’ uno dei fenomeni piu’ significatividegli ultimi anni e le previsioni di affermazione come unapotente piattaforma per il consumo e la comunicazione vengonoprogressivamente confermate”, ha dichiarato Lorenzo Sassolide Bianchi, presidente di UPA, nel corso della presentazionedella ricerca.

”Prevediamo una progressione esponenziale dell’e-commerce da10 a 50 miliardi nei prossimi 5 anni con almeno un miliardodi investimenti pubblicitari aggiuntivi. Se vogliamo farcrescere il commercio elettronico dobbiamo attrarre lepersone sulle piattaforme digitali investendo anche nei mezzitradizionali”, ha proseguito Sassoli, ”la ricerca confermal’importanza della marca anche nel commercio digitale” e hacosi’ concluso: ”L’e-commerce e’ un passo verso una societa’piu’ sostenibile perche’ fa risparmiare tempo, denaro, offrescelte piu’ ampie e informa di piu’ il consumatore. L’ISTATdovrebbe inserirlo nel nuovo indice BES che misura ilbenessere equo e solidale.” http://www.mediaduemila.it/?p=12764m2/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su