Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Inflazione: Confcommercio, concorrenza e calo consumi raffreddano prezzi

colonna Sinistra
Venerdì 12 aprile 2013 - 12:57

Inflazione: Confcommercio, concorrenza e calo consumi raffreddano prezzi

(ASCA) – Roma, 12 apr – ”Il dimezzamento del tassotendenziale in sei mesi evidenzia una velocita’ di rientrodell’inflazione ancora piu’ sensibile di quanto mostrato daidati preliminari. Un andamento al quale hanno contribuitosoprattutto i prezzi dei beni e servizi acquistati conmaggior frequenza, il cui tasso di crescita su base annua e’passato dal 4,7% di settembre 2012 al 2,0% di marzo 2013”.

Questo il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio aidati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat.

”Oltre al ruolo svolto dall’evidente vuoto di domanda checomprime prezzi e margini – prosegue la nota – ilraffreddamento dell’inflazione e’ merito delle filiereproduttive e commerciali che, operando in un sistemaconcorrenziale, mitigano gli impulsi inflazionisticiprovenienti dall’esterno, come ben testimoniato daidifferenti andamenti dei prezzi tra beni e servizi nonregolamentati e regolamentati. Infatti, per i beni il divarionei tassi di crescita e’ molto ampio: 1,2% per i nonregolamentati a fronte del 5,0% dei regolamentati. E questoconferma, ancora una volta, che l’inflazione italiana non stanel mercato”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su