Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Previdenza: Eurisko, 66% italiani non sa cos’e’ la riforma Fornero

colonna Sinistra
Martedì 9 aprile 2013 - 13:24

Previdenza: Eurisko, 66% italiani non sa cos’e’ la riforma Fornero

(ASCA) – Roma, 9 apr – Il 73% dei lavoratori italiani hasentito parlare della riforma Monti-Fornero sulle pensioni maben il 66% non sa di cosa si tratta; il 39% non conosce benei contenuti della legge mentre il 27% confessa un buio totalein merito: e’ quanto emerge da una ricerca Gfk Euriskorealizzata per la Giornata Nazionale della Previdenza (GNP)2013, presentata oggi in una conferenza stampa a Roma pressola sede dell’Ania. Questi risultati, e’ stato fatto presente, dimostrano lamancanza di conoscenza sui temi previdenziali che devonoessere una priorita’ per uno Stato che si possa davverodefinire sociale. Per questo, la prossima edizione della GNP(in programma dal 16 al 18 maggio a Milano) dedichera’un’intera giornata ai giovani e alle donne. Difatti, sempresecondo gli esiti della ricerca, la percentuale delle donnelavoratrici che e’ a conoscenza della riforma Fornero e’inferiore se comparata a quella dell’altro sesso (71% controil 75%) mentre aumenta quella delle donne che non ne hannomai sentito parlare (29% contro il 25%). Solo una su dieci hafatto un check up previdenziale, la meta’ rispetto agliuomini. Mentre crolla fino al 25% la percentuale di giovani(under 34) che conoscono bene i contenuti della nuova leggesulle pensioni e al 7% coloro che hanno gia’ avutol’opportunita’ di avere un check up previdenziale.

Altri dati, presentati in conferenza stampa dal prof.

Alberto Brambilla, coordinatore della GNP, danno chiaral’idea di come il sistema della previdenza complementare siaun ”mondo” sostanzialmente dimenticato. Il docente ha messoa raffronto i numeri del gioco d’azzardo e quelli dei fondipensione italiani nel 2011: ebbene gli iscritti ai fondi sonopoco piu’ di 5,5 milioni, gli ”iscritti” al gioco 15milioni; il flusso annuo dei fondi e’ poco piu’ di 7 mld,esattamente 7,2, quelli del gioco 24 mld, l’investimento procapite annuo e’ di 696 euro per integrare la nostra pensionecontro i 1.260 euro che vengono destinati al gioco d’azzardo.

”Dulcis in fundo”, ha osservato Brambilla, l’imposizionemedia sui giochi e’ pari al 10,7% contro l’11% dei fondipensione. rf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su