Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Cig: Cisl, cresce ancora. Emergenza risorse per cassa in deroga

colonna Sinistra
Venerdì 5 aprile 2013 - 14:40

Cig: Cisl, cresce ancora. Emergenza risorse per cassa in deroga

(ASCA) – Roma, 5 apr – ”In marzo si registra purtroppo unnuovo pesante aumento (22,4%) delle ore autorizzate di cassaintegrazione, che passano dai 79,2 milioni di febbraio a 97milioni. La riduzione che si registra, invece, rispetto allostesso periodo dello scorso anno risente del rallentamentodelle autorizzazioni per la cassa in deroga, dovuto allaproblematica chiusura del gestione relativa al 2012, a causadell’esaurimento delle risorse stanziate”. Lo sostiene inuna nota il Segretario confederale della Cisl Luigi Sbarra,commentando i dati diffusi oggi dall’Inps sulla cig. ”Infatti il dato di dettaglio – sottolinea – registra unaumento sia per la Cigo che per la Cigs rispetto a marzo2012, ma un forte decremento della cassa in deroga, per laquale pero’ il calo delle autorizzazioni, come ammette lostesso Inps, non indica un calo delle richieste, ma solodelle risorse utilizzabili”. ”Ad evitare che, a fronte di un 2013 che si prospettamolto difficile sul fronte dell’occupazione, ci si debbaritrovare in corso d’anno in una situazione ancora peggioredi quella verificatasi a fine 2012, Cgil, Cisl e Uil hannoindetto per il prossimo 16 aprile una manifestazionenazionale per sollecitare Governo e Parlamento sullanecessita’ di individuare risorse ulteriori per la coperturadella cassa integrazione in deroga, poiche’ quelle stanziatein legge di stabilita’ sono in esaurimento entro pochesettimane”. ”Va data immediata soluzione ad una emergenza che rischiadi aggravare la condizione sociale di centinaia di migliaiadi lavoratori e di migliaia di imprese – conclude Sbarra -accanto alla certezza delle risorse chiediamo un impegnostraordinario ai soggetti competenti sul fronte dellepolitiche attive del lavoro, nella consapevolezza che, senzamisure per contrastare la recessione, molti cassintegratirischiano di non rientrare nelle aziende di provenienza”.

com-fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su