Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • A2A: torna in utile nel 2012 (260 mln), raddoppia dividendo (1 update)

colonna Sinistra
Giovedì 14 marzo 2013 - 13:37

A2A: torna in utile nel 2012 (260 mln), raddoppia dividendo (1 update)

(ASCA) – Roma, 14 mar – Migliora la redditivita’ operativa etorna in utile A2A nel 2012 con il cds che delibera undividendo di 0,26 euro per azione, il doppio rispetto alprecedente esercizio.

I conti approvati dal consiglio di gestione mostrano unmargine operativo di oltre un miliardo di euro con unaprogressione del 15,6% sul precedente esercizio. ”Talepositivo risultato – si legge in un comunicato – appare ancorpiu’ rilevante se si considerano le perduranti e profondedifficolta’ caratterizzanti i comparti del settore energeticoin cui il Gruppo opera, nonche’ gli effetti derivanti darecenti modifiche (o da avanzate proposte di modifica) delquadro normativo e regolatorio. Tali modifiche (talune coneffetto retroattivo) hanno infatti pesato per circa 54milioni di euro sulle performance delle Filiere Ambiente eReti a seguito delle rettifiche prudenzialmente apportate ailoro ricavi, anche in attesa degli esiti dei contenziosiamministrativi gia’ intentati dalle Societa’ del Gruppocoinvolte”.

I ricavi sono aumentati del 5,7% sfiorando i 6,5 miliardidi euro mentre l’utile netto si attesta a 260 milionirispetto alla perdita di 423 milioni del 2011 che scontavasvalutazioni per 627 milioni.

Sulle prospettive, A2A indica che per il 2013 ”non siprevedono condizioni macroeconomiche e settorialimigliorative rispetto a quelle che hanno caratterizzatol’esercizio 2012. Tuttavia, dal punto di vista reddituale, unpositivo contributo alla crescita sara’ dato dalconsolidamento per l’intero esercizio di Edipower (sette mesinel 2012) a cui si aggiungeranno i benefici derivantidall’avvio del piano triennale di efficientamento operativodenominato AXE80. Ci si attende che tali fattori, unitamentead un miglioramento reddituale della Filiera Ambiente e diquella Calore, possano piu’ che compensare gli effetti dellerecenti e di ulteriori possibili modifiche del quadronormativo e regolatorio. In continuita’ con i risultaticonseguiti nel 2012, il management rimarra’ impegnato aperseguire prioritariamente l’obiettivo di un ulterioremiglioramento del rapporto di indebitamento.

did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su