Header Top
Logo
Venerdì 21 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Cattolica Assicurazioni: cda approva bilancio 2012. Utile sale a 84 mln

colonna Sinistra
Mercoledì 13 marzo 2013 - 19:30

Cattolica Assicurazioni: cda approva bilancio 2012. Utile sale a 84 mln

(ASCA) – Roma, 13 mar – Il Consiglio di Amministrazione diCattolica Assicurazioni, presieduto da Paolo Bedoni, haapprovato all’unanimita’ in data odierna il BilancioConsolidato e il Progetto di Bilancio d’Esercizio 2012 dellaCapogruppo Cattolica. Il Gruppo Cattolica chiude il 2012 conun risultato economico in forte crescita rispettoall’esercizio precedente ed una solidita’ patrimoniale suilivelli piu’ elevati dell’ultimo triennio, in un annocaratterizzato dal perdurare della difficile congiunturaeconomica ed eventi catastrofali di rilievo. Il Consiglio diAmministrazione pertanto – si legge in una nota – propone ladistribuzione degli utili tramite un dividendo di euro 0,8per azione.

Il Gruppo ha chiuso il 2012 con un utile netto consolidatodi 84 milioni di euro che raddoppia rispetto ai 42 milionidel 2011; l’utile e’ al netto di 48 milioni di euro disvalutazioni su investimenti in portafoglio e avviamenti.

L’utile netto di gruppo risulta pari a 62 milioni di eurocontro i 38 milioni dell’esercizio precedente (+63%). La raccolta premi complessiva del lavoro diretto edindiretto danni e vita ha raggiunto i 3.677 milioni di euro,in decremento del 7,2% rispetto ai 3.961 milionidell’esercizio precedente. Tutto il mercato italiano,penalizzato da una minore capacita’ di spesa e di risparmiodelle famiglie, ha risentito di una contrazione dellaraccolta, in particolare nel ramo vita.

La raccolta premi del lavoro diretto passa da 1.627milioni di euro al 31 dicembre 2011 a 1.686 milioni a fine2012 (+3,6%) in un contesto di mercato in contrazione. Nelcomparto auto si registra una raccolta pari a 976 milioni dieuro, in crescita del 5,3% rispetto a fine 2011. I rami nonauto, con una raccolta premi pari a 710 milioni di euro,registrano un incremento dell’1,4% rispetto all’annoprecedente. Nel comparto danni la buona performance industrialeraggiunta si riflette nel combined ratio4, che mostra unulteriore miglioramento rispetto al 2011 passando da 96,9% a95,7%. Al netto degli effetti derivanti dal terremoto inEmilia, avvenuto nel primo semestre 2012, il combined ratioe’ pari a 94,7%.

Nel segmento vita la raccolta da lavoro diretto si attestaa 1.976 milioni di euro. La flessione rispetto all’annoprecedente (-14,8%) e’ in linea con l’andamento del mercatoed e’ principalmente dovuta al calo della raccolta del canalebancario che, pur continuando a risentire della situazionedei mercati, segna comunque un miglioramento progressivonella seconda parte del 2012. In termini di tipologia diprodotto la raccolta e’ stata focalizzata in particolare suiprodotti di ramo I e V. Il Consiglio di Amministrazione proporra’ all’Assembleadei Soci la distribuzione di un dividendo unitario pari a 0,8euro per azione. Il dividendo proposto sara’ pagabile apartire dal 23 maggio 2013, con data di stacco della cedolail giorno 20 dello stesso mese (cedola numero 22) e recorddate il 22 maggio 2013, in conformita’ al calendario di BorsaItaliana.

Le risultanze dei primi mesi del 2013 confermano il trendpositivo del risultato industriale, ferma restandol’incertezza dei mercati finanziari.

Sono previste azioni di sviluppo per il comparto dei ramidanni, nonche’ iniziative per il recupero della produzionenel comparto vita. La gestione degli investimenti proseguira’secondo criteri di elevata prudenza in relazione al perduraredi condizioni di significativa volatilita’ dei mercatifinanziari.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su