Header Top
Logo
Domenica 23 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Abi: far ripartire mercato immobili puo’ aiutare crescita

colonna Sinistra
Martedì 12 marzo 2013 - 14:17

Abi: far ripartire mercato immobili puo’ aiutare crescita

(ASCA) – Roma, 12 mar – Far ripartire il mercato degliimmobili puo’ agire positivamente, favorendo la crescita inun momento particolarmente difficile come quello che stiamoattraversando. Associazioni di settore, strutture pubbliche eprivate sono impegnate a valutare in tavoli tecnici misureche possano agire positivamente sia dal lato della domandache dell’offerta. Si lavora ad un pacchetto che possasostenere il rilancio del mercato immobiliare. Il pacchettodi misure e’ articolato e andra’ naturalmente definito ediscusso con il prossimo governo e parlamento. L’annuncio e’stato dato in occasione della presentazione del Rapporto ”IlRisparmio immobiliare privato. Bene comune certezza” a curadell’International University College di Torino presentatooggi da Fondazione Italiana per il Notariato, Abi eAssoimmobiliare. Lo studio, propone un’analisi comparata delsistema immobiliare in Italia e negli Stati Uniti al fine ditestarne la tenuta ed eventuali criticita’.

Secondo l’FBI ammontano a oltre 3 mila miliardi di dollari leperdite causate nel 2011 dalle frodi immobiliari perl’economia statunitense. 47,7 miliardi di dollari sono lesomme pagate dalle banche americane tra febbraio 2012 egennaio 2013 a titolo di transazione per lo scandalo delleesecuzioni forzate illecite, a danno di quasi 4 milioni dicittadini americani. Queste sono solo le ultime conseguenzenegative, iniziate con la crisi dei mutui subprime, prodottenel sistema immobiliare statunitense dall’assenza di uncontrollo preventivo di legalita’ sugli atti. Oltreoceano,infatti, i dati sulle vicende proprietarie sono parcellizzatiin un reticolo non coordinato di uffici, archivi e registrilocali che rendono la reperibilita’ delle informazioni moltoardua costringendo le parti – in mancanza di registripubblici affidabili – ad affidarsi a diversi attori privatisenza ottenere le stesse garanzie offerte in Italia.
Nel nostro paese il settore e’ caratterizzato da un sistemadi governo pubblico che assicura trasparenza alle transazioniimmobiliari e tutela le parti da eventuali vizi che possonoinficiare il mercato. Cio’ e’ possibile attraverso unasinergia virtuosa tra agenzie pubbliche (Agenzia delleEntrate-Area Territorio, Archivi Notarili) e un numeroprogrammato, e dunque controllabile, di ”concessionari”(notai – pubblici ufficiali) dotati di solida culturagiuridica e all’avanguardia mondiale nella trasmissionetecnologica in sicurezza degli atti. Il sistema italiano si caratterizza quindi per certezza deldiritto di proprieta’, corretto trasferimento dei beni concontenzioso bassissimo dinanzi all’autorita’ giudiziaria,tempi di trasmissione e pubblicita’ particolarmenteaccelerati e sicuri.

Il patrimonio immobiliare italiano, secondo l’ultimo rapportopresentato dall’Agenzia delle Entrate- Area Territorio,ammonta a oltre 6.400 miliardi di euro a fine 2011, in mediacirca 4,2 volte il pil e 3 volte il debito pubbliconazionale (pari 2.000miliardi circa). Se dunque tra gliindici di stabilita’ e sostenibilita’ delle economienazionali si considerasse anche il risparmio privato,l’economia italiana figurerebbe tra le nazioni economicamentepiu’ stabili del vecchio continente. Il risparmio immobiliareprivato italiano, insieme al sistema pubblico che logestisce, devono quindi essere riconosciuti e tutelati comeun vero ”bene comune nazionale”, evitando processi diriforme radicali inadatti o peggio dannosi per il sistemaitaliano. com-ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su