Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Pil: Istat, nel 4* trimestre 2012 -0,9%. Variazione acquisita 2013 -1%

colonna Sinistra
Lunedì 11 marzo 2013 - 10:08

Pil: Istat, nel 4* trimestre 2012 -0,9%. Variazione acquisita 2013 -1%

(ASCA) – Roma, 11 mar – Il Pil, espresso in valoriconcatenati con anno di riferimento 2005, corretto per glieffetti di calendario e destagionalizzato, nel quartotrimestre del 2012, e’ diminuito dello 0,9% rispetto altrimestre precedente e del 2,8% nei confronti del quartotrimestre del 2011. Lo rende noto l’Istat. La variazioneacquisita per il 2013 e’ pari a -1%.

Il quarto trimestre del 2012 ha avuto una giornatalavorativa in meno del trimestre precedente e una in piu’rispetto al quarto trimestre del 2011.

Le stime dei conti economici trimestrali diffusi in questocomunicato sono coerenti con i piu’ recenti dati annuali dicontabilita’ nazionale relativi agli anni 2010-2012,pubblicati il 1 marzo. La stima preliminare, diffusa il 14febbraio 2013 e precedente alla revisione, indicava per ilquarto trimestre 2012 una diminuzione congiunturale dello0,9% e un calo tendenziale del 2,7%.

Rispetto al trimestre precedente, i principali aggregatidella domanda interna hanno registrato diminuzionisignificative, con cali dello 0,5% per i consumi finalinazionali e dell’1,2% per gli investimenti fissi lordi. Leimportazioni sono diminuite dello 0,9% e le esportazioni sonoaumentate dello 0,3%.

La domanda nazionale al netto delle scorte ha sottratto0,6 punti percentuali alla crescita del PIL, con contributidi -0,4 punti dei consumi delle famiglie e di -0,2 puntidegli investimenti fissi lordi. La variazione delle scorte hacontribuito negativamente alla variazione del PIL per 0,7punti percentuali. L’apporto della domanda estera netta e’stato, invece, positivo per 0,4 punti percentuali.

Il valore aggiunto ha registrato variazioni congiunturalinegative per l’industria (-2,2%) e per i servizi (-0,3%),mentre e’ aumentato dello 0,6% nell’agricoltura. In terminitendenziali, il valore aggiunto e’ calato in tutti i settori:-7,3% l’agricoltura, -6,3% le costruzioni, -4,1% l’industriain senso stretto e -1,6% i servizi.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su