Header Top
Logo
Giovedì 20 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fotografia: Helmut Newton, approda a Roma il suo stile erotico-urbano

colonna Sinistra
Mercoledì 6 marzo 2013 - 13:56

Fotografia: Helmut Newton, approda a Roma il suo stile erotico-urbano

(ASCA) – Roma, 6 mar – Tutta la dolcezza, tuttal’aggressivita’ e l’erotismo. Helmut Newton e’ uno dei grandifotografi tra i piu’ emblematici del ventesimo secolo,raffinato, capace di mescolare in una immagine sentimenticontraddittori, Newton per primo forse ha saputorappresentare la forza della donna attraverso il nudo. Adessoi suoi scatti arrivano a Roma, al Palazzo delle Esposizionifino al 21 luglio. Newton porta il nudo all’interno del mondo della moda,ottenendo immagini provocanti che rivoluzionano lo stessoconcetto di fotografia di moda, e diventano testimonianzadella trasformazione del ruolo della donna nella societa’occidentale.

Creativo e visionario, Newton interpreta per primo uno stile’erotico-urbano’, nel quale la donna e’ sempre protagonista,e quasi sempre la donna ‘a nudo’ e’ inserita in uno sfondometropolitano come in un secondo piano.

Newton era nato a Berlino da genitori ebrei, e la sua vita e’stata attraversata da questi avvenimenti. Cresciuto nellabuona borghesia berlinese degli anni venti-trenta, frequentail Werner von Trotschke Gymnasium e la Scuola Americana aBerlino. Interessato alla fotografia fin da ragazzo, prestoriesce a lavorare con la fotografa tedesca Else Simon. Aseguito delle leggi razziali lascia la Germania nel 1938 esi imbarca a Trieste sul piroscafo ”Il Conte Rosso” , sirifugia a Singapore. ”Se c’e’ qualcosa che odio – diceva – e’ sicuramente il buongusto: per me e’ una parolaccia” . Nella sua corsa traEuropa, Asia, America e Australia, ad un certo punto prendeservizio nell’esercito australiano durante la seconda guerramondiale dal 1940 al 1945 e sposa l’attrice australianaJune Browne nota come fotografa con lo pseudonimo di ”AliceSprings” . Dopo la guerra lavora come fotografo freelance sispecializza in scatti di moda e lavora con riviste comePlayboy . E’ dalla fine degli anni cinquanta in poi che siconcentra soprattutto sulla fotografia di moda.

Si stabilisce pertanto a Parigi, le sue immagini sonopubblicate su tutte le maggiori riviste di moda, ma quelloche segna la vetta del suo stile erotico-urbano e’ la serie”Big Nudes” del 1980, in cui fotografa quattro modelleeprima vestite poi nude nella stessa posizione. Nell’ottobre2003 dona una collezione di foto alla fondazione PreuBischerKulturbesitz a Berlino. E’ attualmente esposta al Museo dellaFotografia (Museum fur Fotografie) vicino alla BahnhofZoologischer Garten, la stazione ferroviaria dello zoo diBerlino.

Muore in un incidente stradale a Hollywood quando la suamacchina si schianta su un muro del famoso Chateau Marmont,l’hotel sul che era stato per anni la sua residenza quandoabitava nella California del Sud. Le sue spoglie sono stateposte a Berlino nel cimitero ebraico di Friedenau, la suatomba e’ collocata a qualche metro da quella di MarleneDietrich.

In mostra a Roma 200 scatti Dopo il Museum of Fine Arts diHouston e il Museum fur Fotografie di Berlino, il Palazzodelle Esposizioni di Roma accoglie per la sua unica tappaitaliana, la mostra White Women, Sleepless Nights, Big Nudesche presenta le immagini di Newton. Questo progetto, nato nel2011 per impulso di June Newton, vedova del grande fotografo,raccoglie le immagini dei primi tre libri di Newtonpubblicati alla fine degli anni 70, da cui deriva il titolodella mostra.

Molte delle immagini di Newton sono particolarmentesignificative come il ritratto di Andy Warhol colto nellastessa posizione di una statua della Madonna fotografata inuna chiesa toscana, o quella di Nastassia Kinsky cheabbraccia una bambola dalle sembianze di Marlene Dietrich. La mostra e’ promossa da Roma Capitale – Assessorato allePolitiche Culturali e Centro Storico, da Azienda SpecialePalaexpo, dalla Helmut Newton Foundation, in coproduzione conCivita e in collaborazione con GAMM Giunti.

ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su