Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ambiente: Aia, Italia fanalino di coda in Ue per tempi rilascio

colonna Sinistra
Mercoledì 6 marzo 2013 - 16:47

Ambiente: Aia, Italia fanalino di coda in Ue per tempi rilascio

(ASCA) – Roma, 6 mar – In Italia la tempistica per ilrilascio dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) siattesta su una media di 14-21 mesi, la piu’ alta tra i PaesiUe, sebbene la norma di recepimento della Direttiva IPPCpreveda un termine massimo di 150 giorni. Lo rivelaConfindustria in un rapporto diffuso oggi, nel quale sievedienzia come nel Belpaese si siano registrati tempi anchesuperiori ai 20 mesi. E’ il caso del settore dellaraffinazione, mentre nel comparto chimico, ad esempio, itempi di rilascio hanno sfiorato persino i 5 anni.

Tra i Ventisette, solo la Francia si avvicinanegativamente ai numeri italiani: oltralpe il tempo previstoper legge e’ di 8 mesi, anche se nella pratica mediamente leistruttorie hanno registrato una durata di circa due anni.

Segue poi la Germania (7-12 mesi), la Danimarca (6 mesi),il Regno Unito (4-9 mesi), la Finlandia (meno di 6 mesi) e ilBelgio e l’Austria, dove le tempistiche possono raggiungereuna singola mensilita’.

L’autorizzazione integrata ambientale (Aia) e’l’autorizzazione di cui necessitano alcune aziende peruniformarsi ai principi dettati dalla comunita’ europea. Puo’essere di vario tipo a seconda dell’attivita’ svolta.

La Direttiva Europea 96/61/CE (Direttiva IPPC) ha fissatoentro il 2007 il termine di adeguamento oltre il quale unimpianto non conforme non potrebbe essere operativo.

rba/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su