Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Licensing: i comuni italiani fanno business con i propri marchi

colonna Sinistra
Lunedì 4 marzo 2013 - 15:42

Licensing: i comuni italiani fanno business con i propri marchi

(ASCA) – Roma, 4 mar – Originale iniziativa di alcune citta’italiane nel settore del licensing. In tempi di crisieconomica e di spending review, infatti, hanno iniziato avalorizzare i marchi dei propri comuni, o di alcuneistituzioni cittadine come i musei, per la realizzazione diprodotti su licenza che portino denaro fresco nelle cassecomunali. I primi esperimenti sono appena partiti a Milano, aRoma e pure a Venaria Reale (Torino), mentre diverse altrecitta’ si stanno muovendo nella stessa di direzione. Leattivita’ di licensing municipale saranno tra i temi della 6aedizione del Bologna Licensing Trade Fair (BLTF), il piu’importante appuntamento fieristico italiano nel settore dellacompravendita di licenze e dello sviluppo di prodotti basatisu marchi e properties. Questa manifestazione, organizzata daBolognaFiere, e’ in programma dal 25 al 27 marzo nelQuartiere fieristico di Bologna, contemporaneamente alla 50aedizione della Fiera del Libro per Ragazzi.

Durante il BLTF 2013, saranno presentati i primi progettidi licensing delle municipalita’ italiane. Il comune diMilano, ad esempio, ha appena affidato ad un’agenziaspecializzata un contratto per la gestione del propriomarchio, che consentira’ all’amministrazione comunale diincassare un minimo garantito di almeno 400mila euro incinque anni. Recentemente, e’ stato anche aperto a piazza SanBabila il primo official store dei prodotti dimerchandising.

Sulla scia dell’esperienza milanese, anche Roma Capitale haavviato il suo progetto di licensing. E a Venaria Reale (To),il consorzio che gestisce la Reggia, a cui partecipa anche ilcomune, ha appena chiuso il primo contratto di licenza: gia’dalla prossima Pasqua, infatti, la societa’ torinese GruppoSpes realizzera’ prodotti esclusivi di cioccolato artigianalecon il marchio dello storico complesso museale, con unaprevisione di aumento del fatturato di circa il 20% gia’ nelprimo anno.

”Queste iniziative di licensing dei comuni italiani sonouna delle grandi novita’ che saranno presentate durante laprossima fiera BLTF”, spiega Marco Momoli, ExhibitionDirector di BolognaFiere. ”Si tratta di progetti conun’evidente potenzialita’ di crescita, che hanno gia’suscitato interesse e curiosita’ in altre citta’ italiane. Lanostra manifestazione offrira’ dunque l’opportunita’ diconoscere le metodologie adottate ed i primi risultatiraggiunti, cosi’ da favorire la diffusione di questeiniziative di business e offrendo ad altri comuni lapossibilita’ di ”fare cassa’ solo valorizzando i proprimarchi cittadini”.

red/rf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su