Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Statali: Cisl, inaccettabile ulteriore blocco stipendi pubblici

colonna Sinistra
Giovedì 28 febbraio 2013 - 16:50

Statali: Cisl, inaccettabile ulteriore blocco stipendi pubblici

(ASCA) – Roma, 28 feb – ”Un’altra proroga al blocco deicontratti pubblici sarebbe inaccettabile”: cosi’ i segretarigenerali Funzione pubblica e Scuola della Cisl, GiovanniFaverin e Francesco Scrima, respingono l’indiscrezione dicongelare i contratti dei dipendenti pubblici fino al 2014,ricordando che le retribuzioni sono gia’ ferme dal 2010,”mentre la spesa pubblica continua a crescere”.

Sarebbe ”un atto sbagliato che colpirebbe il bersagliosbagliato”, sostengono Faverin e Scrima: ”Non e’ la spesaper il personale che zavorra le finanze pubbliche, ma glisprechi e la cattiva organizzazione. Dal 2006 in 5 anni ilnumero dei dipendenti pubblici e’ calato del 7,5%, nellascuola il calo e’ stato ancora piu’ marcato”.

I lavoratori pubblici ”hanno diritto ad un rinnovo dicontratto cosi’ come il privato”, aggiungono i duesindacalisti insistendo sul fatto che ”tre anni di bloccosono gia’ un tempo intollerabile, che pesa come un macignosui bilanci di famiglie colpite dalla crisi. Nella scuola glistipendi sono gia’ nettamente piu’ bassi che nel resto delmondo e nel pubblico impiego la media della retribuzionenetta e’ di 26.600 euro all’anno. Ma se dalla media siescludono i dirigenti si passa a poco piu’ di 20mila per iministeri, meno di 22mila per le autonomie locali, a 23milaper la sanita’. Bloccare queste retribuzioni e’inaccettabile, soprattutto quando stipendi e prebende diposizioni apicali, dirigenza non contrattualizzata, corpidiplomatici continuano pesare sui contribuenti conretribuzioni a sei cifre”. red/rf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su