Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Rcs: Fnsi, si’ a trattativa ma stop a dismissioni e piano industriale

colonna Sinistra
Giovedì 21 febbraio 2013 - 19:50

Rcs: Fnsi, si’ a trattativa ma stop a dismissioni e piano industriale

(ASCA) – Roma, 21 feb – ”Disponibilita’ a trattare conl’azienda un piano di rilancio, che preveda risparmi, tagliagli sprechi e soprattutto l’inserimento pienonell’informazione digitale, che dovra’ affiancare e integrarequella su carta. Chiedono dunque, prima di avviare trattativecon l’azienda, la presentazione di un piano industriale ededitoriale, con l’indicazione preliminare e chiara dellaricapitalizzazione a carico degli azionisti, che negli annisi sono distribuiti lauti dividendi, e delle condizioni dirinegoziazione del debito. Chiedono di non proseguire sulfronte delle dismissioni e ritengono non discutibile unprogetto che voglia soltanto stravolgere l’assetto delletestate e distruggere patrimoni accumulati negli anni”. Queste le indicazioni emerse dall’incontro tra la Segreteriadella Fnsi ed i comitati di redazione ed i fiduciari delletestate tenutosi questa mattina a Milano e dedicato all’esamedel piano di ristrutturazione del gruppo.

”Il segretario Fnsi Franco Siddi e gli altri membri dellasegreteria e i rappresentanti sindacali dei quotidiani e deiperiodici Rcs – informa una nota – hanno convenuto suiseguenti punti: 1) la difficile situazione economicadell’azienda Rcs e’ dovuta alla crisi mondiale del settore,ma in primo luogo a scelte sbagliate del management, comel’acquisto a prezzi fuori mercato dell’azienda spagnolaRecoletos, nell’anno 2007, causa principale dell’attualeelevato indebitamento. 2) Il piano di tagli radicali e’ tuttoconcentrato sugli aspetti finanziari del problema e apparerivolto a trovare consenso presso banche e mercati piuttostoche allo sviluppo dell’azienda. 3) in questi anni l’aziendanon ha investito sul futuro, non si e’ preoccupata ditrasformare la piu’ grande azienda editoriale del Paese allaluce delle possibilita’ offerte dai nuovi mezzi digitali.

Emblematiche le storie di quattro iniziative di prodottiinformativi per iPad avviate al Corriere della Sera, a”Max”, a ”Bravacasa” e ad ”A” sono state chiuse dopopoco tempo, l’una per gli scadenti risultati, le altreinopinatamente”.

com/sat

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su