Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Abi: Patuelli, sistema credito forza trainante per sviluppo paese

colonna Sinistra
Giovedì 21 febbraio 2013 - 12:22

Abi: Patuelli, sistema credito forza trainante per sviluppo paese

(ASCA) – Roma, 21 feb – Mai come in questo momento, l’Abivuole essere e vuole farsi percepire come ”forza trainantedel settore bancario e finanziario, al servizio degliAssociati per lo sviluppo del Paese”, al fine di affermarel’insostituibile ruolo che le imprese bancarie italiane hannoda sempre svolto. Il Programma di Presidenza per il biennio2012-2014 e’ costruito in continuita’ con il precedenteProgramma (biennio 2010-2012) e si sviluppa sui risultatiraggiunti e tenendo conto dei rilevanti mutamenti di contestooccorsi sia all’esterno sia all’interno dell’Associazione. L’orizzonte temporale fino al 2014 sara’ caratterizzato dainevitabili modifiche della Governance a livello europeo, dalpersistere di un ciclo economico recessivo o comunque disostanziale stagnazione, dall’entrata in vigore di numerosenormative che incideranno sul modo di fare banca, dacondizioni reddituali particolarmente tese per le impresebancarie.

Il futuro dell’Unione europea, e con essa del nostro Paese,silegge nel programma presentato da Antonio Patuelli, sara’fortemente condizionato dalla capacita’ di definire uninsieme bilanciato di regole che proseguano sulla strada diulteriori devoluzioni di sovranita’ a favore delleIstituzioni Europee, che assicurino una maggiore stabilita’del sistema finanziario e che contribuiscano al recuperodella crescita e alla salvaguardia dell’occupazione. PerPatuelli in questo contesto il massimo sforzo dovra’ essereconcentrato sul ”far comprendere il ruolo centrale che lebanche commerciali, quali quelle italiane, svolgono asupporto delle imprese e delle famiglie, specie nell’Europacontinentale, evidenziando il rischio che tale ruolo possaessere compromesso da regole non adeguatamente valutate neiloro effetti complessivi”. Servono per il neo presidentedell’Abi ”efficaci modifiche regolamentari strutturali,volte al conseguimento di una piena armonizzazione tra Paesieuropei delle regole e delle prassi di vigilanza bancaria,determinerebbero, invece, un mutamento del quadro con uncontestuale miglioramento della performance del settore edelle condizioni di accesso al credito per famiglie edimprese”.

ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su