Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche: Adusbef, raccolta piu’ pesante debito pubblico del 58% (1 Upd)

colonna Sinistra
Lunedì 18 febbraio 2013 - 14:12

Banche: Adusbef, raccolta piu’ pesante debito pubblico del 58% (1 Upd)

(ASCA) – Roma, 18 feb – La raccolta bancaria e’ piu”pesante’ del debito pubblico del 58%. ”Le banche italiane,che hanno beneficiato di fondi per 274 miliardi di euro diprestiti triennali dalla Bce al tasso dell’1%, retribuisconola raccolta al tasso medio dello 0,36% sui conti correnti eprestano al tasso del 4,34%, oltre a scaricare sullesofferenze la cattiva gestione del credito e del risparmiocresciute in sei anni del + 442,3%, passando da 17,114miliardi del 2006 a 92,812 miliardi del 2012”, ”preferiscono immobilizzare i depositi sui titoli di Stato,passati dai 115,176 miliardi del 2006, ai 358,320 del 2012”,invece di aiutare la crescita. La denuncia arrivadall’Adusbef, che ha effettuato una indagine sulla raccoltabancaria.

Nei primi 11 mesi del 2012, – si legge nel documento – ildebito delle banche nei confronti dei depositanti (depositi,C/C, certificati di deposito) ammontava a 2.447,202 miliardidi euro, con un aumento dell’1,8 % sul 2011”. Lo studio e’stato realizzato dal segretario generale dell’Adusbef MauroNovelli che dice: ” la massa di obbligazioni collocatepresso gli investitori, cioe’ il debito delle banche neiconfronti degli obbligazionisti, ammontava a 957,591 miliardidi euro, con un aumento del 4,7 % sul 2011”. Nel complesso,quindi, la posizione debitoria dovuta alla raccolta bancariacomplessiva aziende, privati ammontava, a novembre 2012, a3.404,793 miliardi di euro, con un aumento del 2,6 % sul2011.

ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su