Header Top
Logo
Venerdì 28 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Alimentare: Cia, oltre 1/4 del fatturato made in Italy si fa all’estero

colonna Sinistra
Venerdì 15 febbraio 2013 - 16:04

Alimentare: Cia, oltre 1/4 del fatturato made in Italy si fa all’estero

(ASCA) – Roma, 15 feb – Piu’ di un quarto del fatturato del”made in Italy” agroalimentare si fa oltreconfine. Se lacrisi deprime i consumi interni, spaghetti, vino e mozzarellarichiamano sempre di piu’ i mercati stranieri e consentono alcomparto di mettere a segno nel 2012 un incrementodell’export del 6,7 per cento a quota 30 miliardi di euro. Loafferma la Cia (Confederazione italiana agricoltori), inmerito ai dati diffusi oggi dall’Istat.

Un successo trainato prima di tutto da vino e spumanti -spiega la Cia sulla base degli ultimi dati Ismea – conesportazioni in crescita rispettivamente del 7,2 per cento edel 16,2 per cento tendenziale e un giro d’affari annuo di4,3 miliardi. Ma vola alto anche l’export della frutta frescae secca con 2,7 miliardi (+3,2 per cento) e dellepreparazioni di ortaggi e legumi, soprattutto conserve dipomodoro, con 2,6 miliardi (+8 per cento).

Non perdono appeal neppure pasta (+8,2 per cento) eformaggi (+4 per cento), che fuori dall’Italia incassanoquasi 2 miliardi a testa. L’olio d’oliva guadagna un lieve+1,5 per cento a quota 1,2 miliardi, mentre esplode l’exportdi prodotti da forno e da pasticceria (+9,2 per cento per unvalore di 1,3 miliardi), in particolare quelli a base dicacao (+18 per cento).

E per il nostro agroalimentare – prosegue la Cia -diventano sempre piu’ importanti i mercati oltreoceano. Nel2012, infatti, l’aumento tendenziale delle esportazioni e’dipeso soprattutto dalla domanda dei paesi extra Ue che,nonostante costituisca ancora solo un terzo del totale, haregistrato un incremento record del 13 per cento contro il 3per cento dell’export comunitario. Una crescita super guidatadalle performance del ”made in Italy” in Giappone (+18 percento) e negli Stati Uniti (+11 per cento).

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su