Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eurozona: produzione industriale 2012 -2,4%. Affondano Spagna e Italia

colonna Sinistra
Mercoledì 13 febbraio 2013 - 13:57

Eurozona: produzione industriale 2012 -2,4%. Affondano Spagna e Italia

(ASCA) – Roma, 13 feb – Nel mese di dicembre la produzioneindustriale nell’Eurozona e’ aumentata rispetto a novembredello 0,7% (dato destagionalizzato), il primo numero positivodopo tre contrazioni mensili consecutive. ”Si tratta del primo segno positivo che non cambia ilbilancio negativo del 4* trimestre che si chiude a -2,4%rispetto al trimestre precedente, la maggiore flessione dalprimo trimestre del 2009. Gli indicatori ciclici segnalanocomunque una fase di stabilizzazione che potrebberoanticipare una maggiore crescita nei prossimi mesi trainatadalla Germania”, spiega Apolline Menut, economista diBarclays.

La debolezza ciclica dell’ultima parte del 2012 potrebbeimpattare negativamente sul Pil dell’Eurozona del 4*trimestre, ”ci aspettiamo una significativa contrazione,almeno -0,5% rispetto al trimestre precedente, ma non e’motivo di preoccupazione. I miglioramenti registrati neisondaggi congiunturali tra le imprese depongono a favori diuna stabilizzazioen dell’attivita’ produttiva nel primotrimestre di quest’anno. Rimangono intatte le nostreprevisioni di migloramenti sequenziali nella crescita del Pilnel corso del 2013”, spiega Marco Valli, Capo economistaEurozona di Unicredit.

Per l’intero 2012 la produzione industriale dell’Eurozonaha invece registrato una contrazione media pari a -2,4%.

In fondo alla classifica dei 17 paesi dell’unionemonetario ci sono la Spagna e l’Italia che hanno registratoflessioni rispettivamente di -6,9% e -6,6%. Perfino la Greciaha fatto meglio registrando un calo di -0,5%. Tra le altre maggiori economie dell’Eurozona, in Germaniaflessione pari a -0,7%, in Francia -2,1%.

Nuneri positivi per l’Olanda +2,0%. La migliore performanceper la minuscola Malta +10,3%.

Tra le economie soggette ai programmi di aggiustamentostrutturale finanziati dai prestiti dai fondi europeisalva-stati e dal Fondo Monetario Internazionale, oltre allaGrecia (-0,5%), il Portogallo ha registrato una contrazionedella produzione industriale pari a -4,0%, mentre l’Irlandasi e’ portata su un sentiero positivo registrando un aumentodell’1,9%. Nella Ue, che comprende 27 paesi, la produzioneindustriale archivia il 2012 con una contrazione pari a-2,1%.

men/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su