Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Finmeccanica: legale Orsi, arresto irragionevole e ingiustificato

colonna Sinistra
Martedì 12 febbraio 2013 - 17:15

Finmeccanica: legale Orsi, arresto irragionevole e ingiustificato

(ASCA) – Milano, 12 feb – ”Un provvedimento irragionevoleper una vicenda oggetto di indagini da quasi due anni etuttora priva dei tasselli piu’ importanti che ne dovrebberoaccreditare l’esistenza almeno sul piano indiziario. Tantopiu’ ingiustificata appare la misura cautelare se si pensache non c’e’ traccia del benche’ minimo profitto conseguitodall’Ing Orsi o da terzi nella fornitura dei 12 elicotteriAgusta all’India”. Cosi’ Ennio Amodio, avvocato difensoredi Giuseppe Orsi, si schiera contro il provvedimento diarresto emesso oggi dal gip di Busto Arsizio nei confrontidel presidente e amministratore delegato di Finmeccanica,accusato di corruzione internazionale nell’inchiesta sullafornitura di 12 elicotteri Augusta Westland al governoindiano.

Il legale in una nota ricorda che ”e’ stata archiviatal’ipotesi di un cospicuo finanziamento alla Lega, per lungotempo alimentata dalle calunniose dichiarazioni di un exmanager. Sono rimasti privi di qualsiasi eco nell’ordinanzadel Gip di Busto Arsizio gli insistiti richiami della stessafonte a ritorni economici a favore di chi si e’ interessatodella commessa”.

Per Amodio, insomma, ”e’ tutto l’impianto accusatorio adapparire inconsistente. La gara in India e’ ricostruita dagliinquirenti sulla base di fuorvianti dichiarazioni di personeche ignorano cio’ che e’ effettivamente avvenuto nelconfronto tra i diversi competitor internazionali. Tanto pocoviziato e’ stato l’iter dell’aggiudicazione che le autorita’,dopo accurate inchieste, hanno piu’ volte confermatol’assoluta regolarita’ della gara. E’ davvero inconcepibile -insiste il legale – addebitare a Giuseppe Orsi di avercercato compiacenze da parte dei diversi organi di stampa.

Come se non fosse giustificato impegnarsi a difendere lapropria immagine nei media per far emergere la verita’ deifatti”. Infine, a giudizio del difensore di Orsi, ”non sipuo’ condividere il rilievo dato nell’ordinanza cautelare apresunte manovre in ambiente giudiziario. Si tratta di unevidente equivoco perche’ in tutto lo svolgimentodell’attivita’ investigativa l’ing. Orsi e la sua difesa hannofornito la massima collaborazione agli inquirenti”.

com-fcz/mau/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su