Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fisco: Confsal-Salfi, serve riforma per equita’ e rispetto contribuente

colonna Sinistra
Giovedì 31 gennaio 2013 - 12:03

Fisco: Confsal-Salfi, serve riforma per equita’ e rispetto contribuente

(ASCA) – Roma, 31 gen – Il tema del ruolo delle risorse umanenell’amministrazione finanziaria sara’ al centrodell’appuntamento di domenica 3 febbraio del Consiglionazionale della federazione Confsal-Salfi, il piu’ importantesindacato autonomo dei lavoratori del sistema agenziale (ilsistema comprende l’Agenzia delle Entrate, inclusal’accorpata Agenzia del Territorio, e l’Agenzia delle Doganee dei Monopoli) e uno dei maggiori in assoluto con il 16 percento in un settore di 50 mila lavoratori. Vi partecipanooltre 70 dirigenti/delegati in arrivo da tutte le regioniitaliane. Saranno presenti anche il segretario generale dellaConfederazione autonoma Confsal, Marco Paolo Nigi, e ilsegretario vicario, Fedele Ricciato.

Il consiglio nazionale indichera’ gli obiettivi daperseguire nel 2013 a tutela degli interessi, professionalied economici, della categoria. Da tempo, infatti, si sonoabbattuti su di essa sacrifici e tagli a fronte di un aumentodell’impegno lavorativo, anche per l’importanza strategicaassunta dal settore nel reperire risorse. In sintesi: aumentodel carico da una parte e contrazione di investimenti e diconsiderazione dall’altra; mancata razionalizzazione delsettore; persistente e dispendioso intreccio con la”politica”; atteggiamento coercitivo e penalizzante neiconfronti dei cittadini; assenza di una vera riforma fiscaleimprontata al valore dell’equita’ e al rispetto delcontribuente.

Il segretario generale, Sebastiano Callipo, nel suointervento politico di apertura, illustrera’ i punti nodali ele criticita’ gestionali del sistema fiscale italiano, laloro influenza sull’assetto e sul funzionamento degli ufficifinanziari, con il triplice obiettivo di ottimizzare ilrapporto fisco-contribuente, di attuare un’efficace lottaall’evasione e di consolidare e rendere piu’ efficiente ilmodello organizzativo agenziale, con ulteriori investimentifinanziari.

Ad oggi le principali rivendicazioni del settore sono ilriconoscimento della specificita’ del comparto Agenziefiscali in sede Aran (Agenzia negoziale per il pubblicoimpiego); il rinnovo del CCNL bloccato dal 2010; ilriconoscimento di un sistema premiale con incentivi adeguatida situarsi nel contesto di un sostanziale recupero dellacentralita’ del ruolo dei lavoratori dell’amministrazionefinanziaria.

red/did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su