Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Mercoledì 30 gennaio 2013 - 16:37

Mps: Fassina (Pd), rivedere la legge Ciampi

(ASCA) – Trieste, 30 gen – Nel caso Mps, ”credo che la cosaprincipale che non ha funzionato e’ stata l’applicazionedella legge Ciampi. Io credo che sul piano politico avremmodovuto essere piu’ determinati e fare in modo che perqualunque fondazione ci fosse la perdita del controllorispetto alla banca da essa controllata. Purtroppo per Mpsquesto non e’ avvenuto”.

Lo ha detto a Trieste, Stefano Fassina del Pd. ”La fondazione Mps si e’ ostinata a mantenere unamaggioranza che nell’evoluzione del mercato bancario nonpoteva piu’ avere e questa e’ stata l’origine dei problemiche poi hanno portato a scelte come quella di Antonveneta,alle operazioni per cercare di riparare ai danni prodotti. Misentirei di proporre – ha concluso Fassina – di emendare lalegge Ciampi perche’ i principi che contiene, che sonosacrosanti, possano essere effettivamente applicati e cioe’la perdita di controllo da parte delle fondazioni sullebanche. Ormai e’ un problema largamente superato pero’ perevitare possibili ritorni di fiamma puo’ essere utilesegnarlo. Come puo’ essere utile che un rappresentante deltesoro, nel momento in cui si perfezionasse il prestito deiMonti-bond fosse incluso nel Cda in modo da dare ulteriorigaranzie ad un’opinione pubblica che giustamente e’preoccupata per quello che e’ successo”.

fdm/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su