Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Coldiretti, nate oltre 103.000 imprese rosa nel 2012

colonna Sinistra
Lunedì 28 gennaio 2013 - 11:12

Crisi: Coldiretti, nate oltre 103.000 imprese rosa nel 2012

(ASCA) – Roma, 28 gen – A sfidare la crisi nel 2012 sono nateben 103.391 imprese rosa che hanno fatto salire il loronumero complessivo in Italia a 1.424.743 nei diversi settoriproduttivi. E’ quanto emerge da una analisi della Coldirettisui dati Unioncamere relativi al 31 dicembre 2012 dalla qualesi evidenzia che nel tessuto economico nazionale oggi quasiuna impresa su quattro e’ condotta da donne (23,5%). La maggioranza delle imprese femminili – stima laColdiretti – opera nel commercio (circa il 30%), ma una fortepresenza si registra con oltre il 16% in agricoltura, neiservizi di alloggio e ristorazione (quasi il 10% e nelmanifatturiero (8%). L’incremento rappresenta un datopositivo anche se evidenzia ancora le difficolta’ del sistemaItalia a garantire pari opportunita’ all’universo femminilenel del sistema Italia. Quello che appare invece evidente – continua la Coldiretti- e’ invece il rilevante contributo qualitativo che le donneimprenditrici hanno apportato al rilancio del sistemaeconomico nazionale in termini di innovazione, creativita’.

In agricoltura dove la presenza femminile e’ superiore allamedia con quasi una impresa agricola su tre (29%) condottadalle donne la capacita’ di coniugare la sfida con ilmercato, il rispetto dell’ambiente e la qualita’ della vita acontatto con la natura sembra essere una delle principaliragioni della presenza femminile nelle campagne. Un impegno che – precisa la Coldiretti – e’ infattiparticolarmente rilevante nelle attivita’ piu’ innovative emultifunzionali come dimostra il protagonismo delle donne neimercati degli agricoltori di Campagna Amica, negliagriturismi o nelle associazioni per la valorizzazione diprodotti tipici nazionali come il vino e olio. L’ingresso progressivo della presenza femminilenell’agricoltura italiana – conclude la Coldiretti – hacertamente dato un forte impulso all’innovazione che hacaratterizzato il settore con l’ampliamento delle attivita’ad esso connesse come la trasformazione dei prodotti, lacrescente attenzione al benessere, il recupero di antichevarieta’, le fattorie didattiche, gli agriasilo, lapet-therapy, l’adozione di piante e animali on line e tantealtre innovazioni in rosa.

com/dab/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su