Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Cisl, situazione incandescente per blocco pagamenti Cig in deroga

colonna Sinistra
Venerdì 25 gennaio 2013 - 12:05

Crisi: Cisl, situazione incandescente per blocco pagamenti Cig in deroga

(ASCA) – Roma, 25 gen – ”Il blocco dei pagamenti relativoagli ammortizzatori in deroga deciso a fine anno dall’Inpssta creando una situazione incandescente e di grande tensionenei territori. Pur comprendendo l’esigenza di strettomonitoraggio dei flussi finanziari in alcune Regioni nellequali la richiesta e’ risultata di molto superiore alleprevisioni, consideriamo invece inaccettabile la situazioneche porta a bloccare completamente i pagamenti, e questoanche nelle Regioni ”virtuose”, mettendo in difficolta’serissime decine di migliaia di famiglie”. Lo sostiene inuna nota il segretario confederale della Cisl Luigi Sbarra. ”La Cisl chiede al governo uno sforzo ulteriore rispettoa quelli gia’ messi in campo nei mesi scorsi e, da ultimo,rispetto a quanto stanziato nella legge di stabilita’ 2013.

Si tratta di dare un immediato via libera all’Inps permettere in pagamento le tranche di ammortizzatori in deroga achiusura del 2012, nonche’ di recuperare le risorsenecessarie per rendere i pagamenti possibili anche nelleRegioni che hanno denunciato l’insufficienza delle risorse.

Una cosa – sottolinea Sbarra – e’ chiedere alle Regioni unagestione maggiormente selettiva per il futuro, sia neicriteri di concessione che nei controlli, altra cosa e’bloccare a valle il pagamento di ammortizzatori concessisulla base di accordi siglati a inizio 2012”. ”L’inasprirsi delle difficolta’ occupazionali nellaseconda meta’ del 2012 non possono ricadere sulle spalle deilavoratori,.- conclude Sbarra- Per tali ragioni la Cislsollecita urgentemente il governo ad attivare un tavolo diconfronto tra sindacato, Inps, Regioni e Ministero del Lavoroper un esame congiunto della situazione e per adottaredeterminazioni utili alla risoluzione dei problemi apertinelle singole realta’ regionali”.

red/did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su