Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lucchini: sindacati, difendere integrita’ gruppo e occupazione

colonna Sinistra
Giovedì 24 gennaio 2013 - 17:36

Lucchini: sindacati, difendere integrita’ gruppo e occupazione

(ASCA) – Roma, 24 gen – ”Si e’ svolto a Roma il 22 gennaio -presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, e allapresenza del sottosegretario Claudio De Vincenti – l’incontrofra le Istituzioni locali di Toscana, Lombardia eFriuli-Venezia Giulia, le Organizzazioni sindacali nazionalie territoriali, le delegazioni Rsu Lucchini e il CommissarioStraordinario di Lucchini in Amministrazione Straordinariaper esaminare la situazione del gruppo siderurgico”. Lorendono noto, in un comunicato unitario Fim, Fiom e Uilmprecisando che ”il Commissario Straordinario, Piero Nardi,dopo aver illustrato la situazione generale del Gruppo e ledifficolta’ finanziarie che persistono nella gestioneaziendale, ha dichiarato il proprio impegno per lapresentazione di un piano industriale che mantengal’integrita’ del Gruppo stesso e per l’individuazione di unacquirente, possibilmente appartenente al settoresiderurgico, nonche’ maggiore attenzione nella gestione deipagamenti verso i fornitori, in particolare verso quelli dipiccole dimensioni”.

”Il neocommissario – aggiungono i sindacati – ha inoltreevidenziato che per quanto concerne il sito di Trieste, larevisione dei tariffari degli incentivi ‘Cip6′ comportera’ulteriori difficolta’, con conseguente anticipazione delledecisioni da prendere rispetto al termine previsto nel 2015.

Per quanto concerne gli altri siti (Lecco e Condove), ed inparticolare per il sito di Lecco, Nardi, dopo averneevidenziato la strategicita’ a pari titolo di Piombino eTrieste rispetto alle strategie future del Gruppo, si e’impegnato a confrontarsi con le Organizzazioni sindacaliterritoriali e le Rsu per individuare una soluzione per laripresa delle attivita’. Su questo tema, il Governo hachiesto alle Organizzazioni sindacali di ripristinare lenormali attivita’ del sito”.

Le Organizzazioni sindacali, ”dopo aver sottolineato ilritardo con cui il Consiglio di Amministrazione dell’Aziendaha richiesto l’ammissione alla procedura di amministrazionestraordinaria”, hanno sollecitato il CommissarioStraordinario ”a ridurre i tempi per la presentazione delpiano industriale, a partire dalla conferma del ciclointegrale a presidio di un segmento di mercato (quello deiprodotti lunghi di qualita’) che fa di Piombino, e del Gruppoin generale, un’eccellenza non solo nazionale. E’ stato,inoltre, ribadito che si devono da subito prevedere glistrumenti utili per tutelare tutta l’attuale occupazione,compresi i contratti a termine”.

Infine, le Organizzazioni sindacali, ”pur consapevolidelle specificita’ delle problematiche legate ai diversiterritori in cui hanno sede i siti produttivi, hannorichiesto che la cessione avvenga mantenendo l’integrita’ delGruppo siderurgico; cio’ in coerenza con una visione generaledel settore siderurgico nazionale, alla ricerca di possibiliintegrazioni produttive e di sinergie di sistema”.

In conclusione, il sottosegretario De Vincenti -riferiscono i sindacati – ”ha indicato un percorso paralleloche vedra’ sia il tavolo ministeriale nazionale del gruppoLucchini, sia il confronto a livello territoriale, a Piombinoe a Trieste, in attesa di verificare l’eventuale inserimentodei due siti nella lista delle ‘aree di crisi industrialecomplessa’ prevista dall’articolo 27 del Decreto Sviluppo, lacui pubblicazione e’ prevista per meta’ febbraio. IlMinistero dello Sviluppo si e’ impegnato a riconvocare leparti nell’arco di un mese per un approfondimento dellestrategie future”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su