Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ilva: Cgil e Fiom, grande preoccupazione. Difendere occupazione

colonna Sinistra
Mercoledì 23 gennaio 2013 - 19:51

Ilva: Cgil e Fiom, grande preoccupazione. Difendere occupazione

(ASCA) – Roma, 23 gen – La Cgil e la Fiom Cgil esprimono”grande preoccupazione per la situazione che si e’ venuta adeterminare nello stabilimento Ilva di Taranto in questeultime ore”. E’ quanto affermano in una nota il segretarioconfederale della Cgil, Elena Lattuada, e il segretarionazionale della Fiom, Rosario Rappa, al termine dell’incontroa Taranto sullo stabilimento siderurgico.

Per i due dirigenti sindacali ”la difesadell’occupazione, della produzione e dello stabilimento e’ lacondizione fondamentale per avviare il processo di bonifica edi risanamento del territorio tarantino, tutelando la salutedei cittadini e dei lavoratori”. Accanto a cio’, aggiungonoLattuada e Rappa, ”ribadiamo l’assoluta necessita’ degliinvestimenti da parte dell’impresa, anche con forme diintervento pubblico, che sono la condizione indispensabileper garantire non solo il futuro dell’occupazione, diretta edindiretta, cosi’ come per l’applicazione delle normelegislative a difesa della salute e dell’ambiente, evitandoforzature che in queste ore potrebbero determinare una fortetensione sociale”.

Su queste basi la Cgil e la Fiom hanno ”invitato ilgoverno a proseguire e mantenere alto il livello diattenzione sulla situazione, a ricercare tutte le forme dicollaborazione istituzionale, compresa la magistratura, perindividuare le migliori soluzioni e, infine, a garantiretutta la strumentazione, anche con misure straordinarie, persostenere reddito e lavoro all’insieme dei lavoratori, apartire da quelli che operano nell’indotto”. Infine,concludono Lattuada e Rappa, ”salutando con favorel’insediamento del garante e del commissario, ”auspichiamo,ed abbiamo gia’ dichiarato la nostra disponibilita’, ilmassimo della collaborazione per l’avvio dei lavori dibonifica del territorio e nel controllo costantedell’applicazione di quanto previsto dall’Aia”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su