Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Confindustria, terapia e misure del progetto per l’Italia

colonna Sinistra
Mercoledì 23 gennaio 2013 - 16:34

Crisi: Confindustria, terapia e misure del progetto per l’Italia

(ASCA) – Roma, 23 gen – Presentato oggi ”Il progettoConfindustria per l’Italia: crescere si puo’ e si deve”. Ilpresidente dell’associazione degli industriali, GiorgioSquinzi, ha ricordato l’urgenza di tornare a crescere condecisioni rapide sottolineando come ”siamo oramai all’ultimominuto.

Senza una svolta, c’e’ il declino”.

Innanzitutto la ”terapia d’urto” che deve segnare unaforte discontinuita’ e produrre effetti immediati, abbattendoi costi e sostenendo gli investimenti. Nel dettaglio viene proposto l’immediato pagamento di 48miliardi di debiti commerciali accumulati dallo Stato ad entilocali verso le imprese; il taglio dell’8% il costo dellavoro manifatturiero e cancellare per tutti i settori l’Irapche grava sull’occupazione; di lavorare 40 ore in piu’all’anno, detassate e decontribuite; la riduzione dell’Irpefsui redditi piu’ bassi e aumento dei trasferimenti agliincapienti; l’aumento del 50% gli investimenti ininfrastrutture; sostenere gli investimenti in ricerca e nuovetecnologie; abbassare il costo dell’energia.

Queste misure sarebbero in grado di mobilitare risorse 316miliardi in cinque anni, grazie all’efficientamento dellaburocrazia e taglio e razionalizzazione della spessapubblica.

Dismissione e privatizzazione del patrimonio pubblico.

Armonizzazione degli oneri sociali, riordino degli incentivialle imprese; aumento del 10% all’anno degli incassi dellalotta all’evasione fiscale; armonizzazione delle aliquote Ivaper reperire risorse per ridurre l’Irpef sui redditi piu’bassi.

red/men

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su