Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Confindustria, gli effetti economici del Progetto per l’Italia

colonna Sinistra
Mercoledì 23 gennaio 2013 - 16:56

Crisi: Confindustria, gli effetti economici del Progetto per l’Italia

(ASCA)- Roma, 23 gen – Gli effetti economici dell’adozionedel Progetto per l’Italia di Confindustria siripercuoteranno, secondo l’associazione degli industriali, inmaniera positiva su numerose grandezze economiche nell’arcodi un quinquennio.

Il tasso di crescita si innalzera’ del 3% con un aumentodel Pil di 156 miliardi in cinque anni. L’occupazione siespandera’ di 1,8 milioni di unita’ con conseguente calo deltasso di disoccupazione dal 12,3% atteso nel 2014 all’8,4%nel 2018. Il peso dell’industria tornera’ al 20% del valoreaggiunto dell’intera economia; il reddito reale medio dellefamiglie salira’ di 3.980 euro; l’inflazione rimarra’ intornoall’1,5% con una crescita media annua della produttivita’dell’1%; il deficit pubblico si trasformera’ in surplus, ilrapporto debito/pil calera’ al 103,7%, ben sotto il 111,6%richiesto dai patti europei. Nel terzo trimestre del 2012,secondo i dati diffusi oggi da Eurostat, il rapportodebito/pil tricolore ha segnato il nuovo massimo storico al127,3%. men/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su